menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carlo Sibilia: "I debiti dell'Alto Calore li paghino gli amministratori e non i cittadini"

“È da aprile 2014 che chiedo i documenti alla società di Corso Europa ma senza esito. Me li hanno sempre negati perché evidentemente è impossibile giustificare una voragine di queste dimensioni”

“Scoprire un buco di 120 milioni nel bilancio dell’Alto Calore è come scoprire l’acqua calda e restiamo proprio in tema” – così il deputato del Movimento 5 Stelle, Carlo Sibilia, che aggiunge: “È da aprile 2014 che chiedo i documenti alla società di Corso Europa ma senza esito. Me li hanno sempre negati perché evidentemente è impossibile giustificare una voragine di queste dimensioni”.

“Forse perché ad Avellino con l'acqua si mangia anziché bere – commenta il portavoce avellinese – o forse perché verrebbero fuori tante magagne dei partiti, unici responsabili di questa gravissima situazione. Ora vorrebbero vendere la nostra acqua a Caltagirone (Acea) per tramite di Gesesa a causa della loro incapacità, condannandoci a licenziamenti e aumento della bolletta dell'acqua”.

“La verità è che Alto Calore deve essere commissariata e diventare una municipalizzata speciale senza distribuzione di utili, mentre i debiti contratti devono pagarli gli amministratori responsabili. Il Movimento 5 Stelle darà battaglia su questo tema perché l’Irpinia, che è il secondo bacino idrico d'Europa, non può perdere una partita così importante” – conclude Sibilia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Disfunzioni idriche in Irpinia: l'avviso di Alto Calore

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, sono 90 i positivi di oggi: 12 ad Avellino

  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, deceduto 83enne al Covid Hospital

  • Cronaca

    Coronavirus, tre casi di positività alla clinica "Montevergine"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento