rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Politica

Avellino Città Giardino, i candidati di Democrazia Cristiana-Udc ripuliscono Piazza Garibaldi

Iniziativa simbolica della lista a sostegno di Sabino Morano per spiegare le loro proposte sul futuro di Avellino

‘Avellino Città Giardino’. È questa la mission della lista Democrazia Cristiana-Udc, a sostegno di Sabino Morano.
Ieri mattina il candidato consigliere Antonio d'Ambrosio ha organizzato un'iniziativa simbolica per evidenziare il degrado in cui versano le aree verdi della città anche nelle zone più centrali come avanti alla scuola elementare Regina Margherita. Ha dato così vita ad una operazione pulizia aiutato dal candidato sindaco Sabino Morano e da semplici cittadini.
L'idea dello schieramento politico guidato da Gianfranco Rotondi è la gestione del verde e del patrimonio pubblico attraverso un sistema preciso e unitario. Il percorso da seguire verte su punti semplici e facilmente attuabili.
Il primo riguarda la messa a sistema del patrimonio pubblico: parchi, centri sportivi, ville, con "l’affidamento tramite bando a dei privati che avranno poi il dovere di occuparsi della manutenzione ordinaria delle stesse in cambio di sgravi fiscali. In questo modo, attraverso uno schema di convenzione, alcuni dei servizi pubblici possono essere realizzati dal privato, il quale si accolla la realizzazione e la gestione degli stessi a determinate condizioni che garantiscono al cittadino la fruibilità in modo gratuito e dignitoso".

Il secondo punto riguarda il Piano Urbanistico Attuativo nella direzione del PUA privato." Per quanto riguarda le aree di cessione, ovvero le zone destinate a verde e i marciapiedi, queste, una volta completate e restituite al Comune, per non cadere nell'abbandono possono essere affidate, sempre mediante una convenzione, agli abitanti della zona, i quali avranno in carico la manutenzione ordinaria in cambio di alcune esenzioni".
"Infine la revisione del Piano Urbanistico Comunale che ha ingessato alcune parti della città e più precisamente il Centro Storico, dove nell'area da piazza Castello sino a via Francesco Tedesco sussistono ancora abitazioni terremotate in cui vige incuria e degrado e l'erba cresce selvaggia e rigogliosa". La forza politica ha studiato un programma per svincolare questi edifici dal Puc. Da un lato incentivare i vecchi proprietari a reinvestire in essi e dall'altro, qualora non ci fossero le condizioni acquisirli come patrimonio pubblico e costruire i presupposti per il rilancio del commercio aprendo nuove attività e aiutando quelle già esistenti.
"Il fine è quindi quello di assicurare lo sviluppo sostenibile della città nell’ambito di una strategia coordinata della messa a sistema del patrimonio pubblico e degli spazi verdi nel rispetto dell’ambiente e per la fruibilità del territorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avellino Città Giardino, i candidati di Democrazia Cristiana-Udc ripuliscono Piazza Garibaldi

AvellinoToday è in caricamento