Alto Calore, Biancardi difende Ciarcia: "I problemi vengono da gestioni passate"

Le parole del presidente della Provincia

La continua emergenza idrica non aiuta certo Ciarcia, amministratore unico di 'Alto Calore, costantemente nel mirino di chi ne chiede la testa a Biancardi. Il presidente della Provincia, però, che non vuole assolutamente perdere Ciarcia, e lo difende a spada tratta, parlando anche della richiesta di prestito per risanare l'ente, e sulle colonne de Il Mattino dichiara: "Non è che sostituendo Ciarcia si risolvono tutti i problemi. Fermo restando che il manager è in carica da un anno e che tutti i problemi appartengono alle passate gestioni, ma un nuovo amministratore non avrebbe certo la bacchetta magica per risolvere i problemi dell’ente in maniera istantanea. Non accetto questo gioco di speculazione politica. In questo momento la crisi di governo non ci aiuta. Al momento o si accende un mutuo o si punta ad un project financing che possa permettere la realizzazione di quei progetti per ridurre i costi di energia elettrica. Il risparmio sarebbe consistente, ma è normale che occorre una coesione istituzionale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arrestato Vincenzo Schiavone, proprietario di Villa Esther e Santa Rita

  • "Prima dell'alba" racconta la storia di Marco: "Vado a Roma per prostituirmi"

  • Arresto Vincenzo Schiavone, le intercettazioni: "Troppo oltre il limite e questo continua a fare lo spavaldo"

  • Lavoro in Comune a tempo indeterminato: si cercano diplomati

  • Spaventoso schianto in galleria, ci sono numerosi feriti

  • Incidente sull'Avellino-Salerno, le condizioni dei due feriti

Torna su
AvellinoToday è in caricamento