rotate-mobile
Politica

Avellino, Festa: "Il TAR non dà spazio a interpretazioni. Si torna a scuola"

Le parole del primo cittadino nel corso del consueto appuntamento con la videodiretta del lunedì sera

Nel corso del consueto appuntamento con la videodiretta del lunedì sera, il sindaco di Avellino Gianluca Festa ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Abbiamo discusso con i sindaci dei comuni capoluogo per parlare della questione scuole. Una riunione divenuta necessaria dopo la decisione del TAR di annullare la disposizione del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. Il TAR ha risposto duramente nei confronti di De Luca ma anche nei confronti di tutti i sindaci della Campania che si erano adoperati verso specifiche decisioni. Il TAR, in pratica, ha detto che il Governo ha previsto ogni sorta di casistica. Rispetto a questa scelta del TAR, noi sindaci non possiamo fare altro che attuare quanto stabilito dal Governo. Ormai questa scelta del TAR, di fatto, c’ha messo dinanzi a una realtà: i ragazzi devono tornare a scuola”.

Si punterà sullo screening 

“Al momento, l’unica strada che possiamo percorrere è quella relativa allo screening mediante i tamponi. Io non escludo che anche l’amministrazione possa mettere in campo delle soluzioni in questo senso. Io ritengo che questa sia l’unica soluzione per evitare che ci possa essere un’ulteriore ondata. Il punto è che non si può immaginare che il rischio del contagio sia tutto focalizzato sulle scuole. O mettiamo in campo un’azione più diffusa che preveda maggiori restrizioni, o – senza ombra di dubbio – non possiamo focalizzarci soltanto sulla scuola”.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avellino, Festa: "Il TAR non dà spazio a interpretazioni. Si torna a scuola"

AvellinoToday è in caricamento