Martedì, 16 Luglio 2024
Politica

Ato Rifiuti Avellino, D'Alessio: "Immediato protocollo d'intesa con la Guardia di Finanza"

Vittorio D'Alessio, a seguito della richiesta delle Organizzazioni Sindacali, FIT CISL, FIADEL, UIL Trasporti, FP CGIL, UGL Ambiente, ha convocato un incontro per confrontarsi sul tema della gestione integrata dei rifiuti

Il sindaco di Mercogliano, neo eletto presidente ATO Rifiuti - Vittorio D'Alessio - a seguito della richiesta delle Organizzazioni Sindacali, FIT CISL, FIADEL, UIL Trasporti, FP CGIL, UGL Ambiente, ha convocato un incontro per confrontarsi sul tema della gestione integrata dei rifiuti urbani nell’ATO Avellino.

"Definiremo un ciclo integrato efficiente e a costi ridotti rispetto agli attuali”

“Un confronto proficuo, che ha favorito non solo la possibilità di avviare una discussione nel merito delle questioni afferenti il ciclo integrato dei rifiuti in provincia ma, soprattutto, ha consentito di gettare le basi per l’avvio di un percorso di collaborazione concreta e fattiva”. Esprime soddisfazione, a margine del primo incontro con i rappresentanti delle organizzazioni di categoria, il neo presidente dell’Ato Rifiuti di Avellino Vittorio D’Alessio. Il numero uno dell’ente ha apprezzato il sostegno espresso dai sindacati, i quali chiedono alla politica risposte certe e rapide, che passano, inevitabilmente, per il superamento delle fratture e delle contrapposizioni emerse nel corso del consiglio d’ambito d'insediamento. Il presidente D’Alessio ha confermato la volontà - già espressa in seguito alla sua elezione alla guida dell’ente d’ambito – di una gestione improntata alla collegialità, con il coinvolgimento dell’interno consiglio. Nel contempo, ha assicurato la disponibilità al dialogo e al confronto costante con i sindacati, con l’auspicio di poter condividere le decisioni che – ha ribadito con forza - “saranno assunte esclusivamente per garantire risposte alle esigenze delle comunità e, soprattutto, per arrivare alla definizione di un ciclo integrato efficiente e a costi ridotti rispetto agli attuali”.

ATO Rifiuti

L'incontro avvenuto presso gli uffici dell'Ente d'Ambito di collina Liguorini è proseguito con l'esposizione più importante voluta dal presidente D'Alessio: "Sarà fondamentale il protocollo d'intesa con la Guardia di Finanza in merito al controllo capillare sulla gestione del percorso dei rifiuti. Un passaggio chiave per garantire la legalità ed evitare le infiltrazioni della criminalità organizzata". 

In questo senso, il presidente ha raccolto unanime condivisione delle organizzazioni sindacali rispetto agli impegni assunti: “lavoreremo senza sosta per provare ad assicurare, soprattutto sulle questioni più rilevanti come l’affidamento del servizio ed il completamento dell’impiantistica, risposte celeri. Il nostro pensiero è unitario e andremo avanti seguendo un principio di chiarezza. Saranno le persone a giudicare il nostro operato e, sono certo, la nostra onestà e trasparenza sarà premiata". 

La gestione dei rifiuti deve rimanere pubblica

I sindacati hanno ribadito il concetto che la gestione dei rifiuti deve rimanere pubblica. Una convinzione unitaria che ha immediatamente trovato l'approvazione del primo cittadino di Mercogliano: "Non immagino neanche una gestione diversa da quella pubblica. La mia posizione è la medesima dei sindacati che, nella mia visione, dovranno essere le prime sentinelle della gestione del ciclo dei rifiuti. Dobbiamo lavorare come una squadra, tessendo le fila in maniera limpida e costruttiva".

"Il problema della criminalità organizzata, soprattutto per quanto concerne i rifiuti, è molto serio - dichiara Michele Caso della Uil Trasporti - alzare la barriera a tutela di questo territorio è certamente una scelta giusta e doverosa. Abbiamo rivendicato la volontà di giungere a un'applicazione immediata del piano immaginato". Successivamente, il discorso è passato sull'impiantistica e la questione di Chianche: "Per noi, la scelta di Chianche è assolutamente rinunciabile, altrimenti corriamo il rischio di restare impantanati. Se mettiamo in discussione le decisioni prese, corriamo il rischio di arretrare piuttosto che progredire", conclude. 

Il summit, poi, si è concluso con la promessa di un nuovo incontro (presumibilmente nella prossima settimana) in cui saranno limati gli ultimi dettagli e saranno gettate le basi di un accordo che, certamente, dovrà condurre verso la nascita di una nuova e più moderna gestione dei rifiuti urbani. Hanno preso parte ai lavori il direttore generale dell’ente Annarosa Barbati ed altri quattro consiglieri: Jessica Tomasetta, Roberto Cardinale, Luigi Cella e Francesco Masi. Il sindaco di Teora Pasquale Chirico è stato, invece, costretto a disertare l’appuntamento perché in isolamento a causa del contagio dal Covid 19. Per le organizzazioni di categoria erano, invece, presenti al tavolo Francesco Codella della Fit Cisl, Michele Caso della Uil Trasporti, Valter Vendola della Cgil Funzione pubblica, Nunzio Marotta della Ugl e Gianluca Musto della Fiadel.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ato Rifiuti Avellino, D'Alessio: "Immediato protocollo d'intesa con la Guardia di Finanza"
AvellinoToday è in caricamento