rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Politica

Ato Rifiuti Avellino, summit con i vertici di Confindustria: "Uniti per garantire tariffe più eque"

Summit a Collina Liguorini tra il Consiglio d'Ambito dell'Ato Rifiuti di Avellino e i vertici locali di Confindustria

Summit a Collina Liguorini tra il Consiglio d'Ambito dell'Ato Rifiuti di Avellino e i vertici locali di Confindustria.

Ato Rifiuti Avellino, il resoconto del summit con i vertici di Confindustria

De Vizia: "Occorre una gara d’appalto per individuare il giusto interlocutore e socio di Ato"

Irpiniambiente si candida prepotentemente ad ottenere dall’Ato la gestione del ciclo integrato dei rifiuti in provincia di Avellino ma, dalla riunione odierna arriva, come da previsioni, lo stop di Confindustria: “Ognuno deve fare il proprio mestiere. Laddove i servizi non vengono fatti bene, si può intervenire”, dichiara il presidente di Confindustria, Emilio De Vizia. “In un rapporto sano, chi non gestisce bene i servizi, deve essere stimolato. ATO Rifiuti deve affidare a un soggetto terzi il ciclo dei rifiuti. A mio avviso occorre una gara d’appalto per trovare il giusto interlocutore al fine di garantire i servizi. Occorre scegliere un partner che, a quel punto, diventa socio di Ato. Sicuramente non ci saranno problemi a trovare soggetti preposti a gestire il ciclo per 15 o 20 anni. Io non sono assolutamente contro Irpiniambiente ma, ovviamente, dobbiamo valutare tutte le alternative. Prendere posizione senza approfondire non porterà certamente verso servizi fatti bene. Occorre un impianto capace di garantire tariffe eque”, conclude.

"L'importante è abbassare il costo delle tariffe"

Il presidente D'Alessio appare aperto al dialogo anche se, ovviamente, la società di via Cannaviello può ottenere, secondo gli esperti, il servizio attraverso la formula dell’affidamento in house: “Fin dai nostri primi incontri, abbiamo sottolineato l’importanza di confrontarsi anche sulle tematiche avanzate da persone che possano avere idee diverse dalla nostra – dichiara il presidente di ATO Rifiuti, Vittorio D’Alessio – è giusto ascoltare tutti per avere il confronto più equo e approfondito possibile. Io considero solo la politica di condivisione. Nel caso nostro, però, stiamo parlando di molte teste pensanti: i sindaci di tutti i comuni irpini. Certamente non abbiamo nessun preconcetto e faremo la nostra scelta nella massima democrazia e senza condizionamenti. Sicuramente la decisione finale, qualunque essa sia, dovrà condurre a una riduzione delle tariffe".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ato Rifiuti Avellino, summit con i vertici di Confindustria: "Uniti per garantire tariffe più eque"

AvellinoToday è in caricamento