menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Distretto idrico, dopo le candidature arrivano le polemiche

Tensione alta nei due schieramenti. Saltano le larghe intese

Dopo la presentazione delle liste per l’Ente Idrico si registrano le inevitabili polemiche. Il centrosinistra come sempre a far parlare. Su tutte le furie è il consigliere regionale Enzo Alaia di Scelta Civica a non mandare giù un boccone amaro: “Avevamo presi accordi con l’onorevole Valentina Paris e il presidente del consiglio regionale Rosetta D’Amelio. Questi accordi non sono stati rispettati. In data odierna ritireremo il nostro candidato”. Scelta Civica nella lista del Centro Sinistra era rappresentata dal vicesindaco di Taurano Michele Buonfiglio, candidato nella fascia C che riserverà l’elezione di 16 dei 30 consiglieri previsti per la formazione del nuovo consiglio. “Volevamo essere trattati con maggiore dignità”, chiude Alaia.

Non stanno meglio le cose anche nel Partito Democratico. Forte del considerevole numero di amministratori, alla fine è stato deciso di non fare nessuna intesa istituzionale con il centrodestra, formato da Udc e Forza Italia. Ma al proprio interno del partito di Renzi le polemiche sono all'ordine del giorno: si vocifera dell'addio alla competizione di due membri: Lorenzo Tornatore e del sindaco di Santo Stefano del Sole Ragano. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento