menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aiello del Sabato, il sindaco Urciuoli risponde a Candido: "Lasciare da parte le polemiche"

La nota del primo cittadino: "Si conferma tutta la nostra disponibilità a confronti e di valutare ogni idea e proposta, senza riserva, nella logica che qualunque azione avulsa da pregiudizi non può che essere utili allo sviluppo del nostro Paese"

Ecco la nota del sindaco di Aiello del Sabato Ernesto Urciuoli, in risposta al dott. Gerardo Candido.

Ho avuto modo di leggere sui giornali locali l’intervento del candidato sindaco dott. Gerardo Candido – quindi già proclamatosi  - senza passare per una formale investitura dei cittadini, per i quali però reclama una partecipazione più attiva.
Sono stato chiamato in causa, poiché mi sono stati presentati 3 documenti, che in nome della invocata trasparenza, riporto:

  1. del 25/03/2021 prot. n. 1476 relativo alla costituzione di un Comitato civico PROGETTO AIELLO, con finalità di “operare in campo sociale, culturale ed istituzionale per coinvolgere i cittadini, ….. Figurano 16 aderenti, probabilmente prossimi candidati consiglieri, e vi sono persone, che attualmente ricoprono o hanno ricoperto cariche negli organismi istituzionali nominati da questa Amministrazione, e che mai hanno proposto una iniziativa, eppure ne avevano il dovere, ma hanno partecipato solo alle manifestazioni promosse dal nostro Assessore. L’augurio che faccio loro e a tutti i componenti del Comitato Civico è di formulare idee, proposte sulle quali abbiamo il piacere di confrontarci e valutare. Siamo sempre interessati a mettere in campo tutto ciò che può offrire vantaggi ai nostri cittadini, al nostro territorio. Naturalmente, le idee/proposte debbono essere realizzzabili, rendicontabili (capienza in bilancio o altra chiara fonte finanziaria) e monitorabili.
  2. del 25/3/2021 prot. n. 1478 richiesta di predisposizione Piano emergenza neve e Piano protezione civile. Mi corre rappresentare che il responsabile del Patrimonio redige ogni anno un piano di emergenza neve con indicazione della organizzazione/metodologie di intervento, a cui segue una determina per individuare a mezzo avviso pubblico, le ditte disponibili, alle quali assegnare zone del territorio per provvedere allo spalamento, spargimento del sale ecc…, nel contempo vengono attivati i Falchi Antincendio per le emergenze, in particolari per sostegno alle fasce fragili e le ditte che si occupano dei servizi essenziali. Questo anche in dipendenza della gravità dei fenomeni, segnalati dalla Regione e dalla Prefettura. Il Piano di Emergenza Comunale (PEC), ovvero il Piano di protezione civile è stato aggiornato con deliberazione del Consiglio Comunale del 28/12/2015, n. 42.
  3. del 25/03/2021 prot. 1479 relativo ad un Avviso pubblico di finanziamento del Ministero dell’Istruzione per edilizia scolastica, con petizione (da fare?), poiché “l’offerta dei servizi educativi per l’infanzia è totalmente assente sul territorio comunale”. Su tale punto ho già inviato pec al dott. Candido, tranquillizzandolo che ovviamente eravamo già al corrente di tale bando, e che già stavamo valutando l’intervento più idoneo, e sicuramente candideremo almeno un progetto. In ogni caso appare ingenerosa l’affermazione che nel nostro Comune non vi sono strutture per l’Infanzia, avendo addirittura avuto un riconoscimento dal MIUR per l’Asilo di via Mancini, come buona pratica di edilizia scolastica.

Si evidenzia che nel programma elettorale vengono illustrati i piani ed i progetti che si intendono realizzare, per cui vi è il consenso dei cittadini su questi noti obiettivi; naturalmente, nel corso del mandato vi possono essere delle variazioni, in funzione delle opportunità di finanziamento. Poi, annualmente, con le verifiche sul campo, quindi confronto con i cittadini, viene redatto il bilancio di previsione ed il piano delle opere pubbliche. Di fatto queste citate modalità, di per sé garantiscono il coinvolgimento dei cittadini.
Verso i giovani abbiamo sempre cercato di rivolgere la massima attenzione. Ne sono esempio per incoraggiare e per sostenere la loro crescita: le borse di studio, servizio civile, tirocinio universitario, servizio civico, ecc… Poi si ricorda il progetto “Giovani in Comune”, il progetto “Benessere Giovani”, le quali attività sono state svolte, mediante avviso pubblico da Enti di formazione riconosciuti e da Centri Universitari, e anche da Associazioni locali.
Inoltre, in tale ambito si evidenzia il progetto per far conseguire a  10 giovani il titolo di Operatore Socio Sanitario, che offre delle prospettive occupazionali.
Nell’articolo si riporta che i “rappresentanti” (consiglieri comunali) devono avere “una competenza che passi da esperienze personali e professionali già acquisite”, lasciando intendere che si escludono al ruolo di consigliere: gli artigiani, gli agricoltori e i giovani, che non avrebbero queste esperienze e competenze.
Siamo convinti, invece, che per un buon amministratore si richieda impegno e amore verso il paese.
Inoltre, si sostiene che i rappresentanti devono avere elevati valori morali ed etici, affermazione che offende l’onestà degli attuali amministratori.
La nostra popolazione cresce e questo sicuramente si deve anche a buone infrastrutture e buoni servizi pubblici.
Risulta difficile non associare questo articolo alla prossima competizione elettorale; nel corso di 10 anni questa Amministrazione non ha mai ricevuto  alcuna proposta progettuale.
Comunque in questo periodo di pandemia, nel quale gli sforzi di tutti gli Amministratori locali sono aumentati, in special modo verso i più deboli e i più fragili, dovremmo lasciare da parte le polemiche ed i rilievi inconsistenti e concentrarci per debellare questa epidemia.
In ogni caso debbo far presente che attualmente sono in corso lavori per ampliare la rete fognaria, per ampliare la pubblica illuminazione, per riqualificare il centro di Aiello con realizzazione di locali commerciali, per la costruzione del centro sociale (San Raffaele), miglioramento e rifacimento delle strade provinciali n. 64 e n. 263, per la ricostruzione della Scuola Media, per nuove aree di parcheggio in via S. Gaeta e località Sabina, riqualificazione piazzetta Tavernola. Inoltre, sono in fase di progettazione interventi di sistemazione idrogeologica, di cui già vi è disponibilità di un finanziamento di 870 mila euro.
Si conferma tutta la nostra disponibilità a confronti e di valutare ogni idea e proposta, senza riserva, nella logica che qualunque azione avulsa da pregiudizi non può che essere utili allo sviluppo del nostro Paese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento