menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accelerazione della spesa, la quadra è vicina: De Luca in campo

"La cosa che più mi dispiace – ha detto l'assessore Angioli al convegno di Avellino - è che stiamo gestendo un problema, quando invece le risorse europee sono delle opportunità di crescita"

Accelerazione della spesa, alla fine si troverà la quadra. Non lo dice con certezza l'assessore regionale Serena Angioli presente all'incontro del Partito Democratico per discutere della forma di finanziamento che vede coinvolti molti comuni irpini. I sindaci non ci dormono, le dichiarazioni politiche di De Luca mettono ancora più paura perchè sarebbero i comuni a rimetterci di tasca propria e ciò vorrà dire fallimento per gli stessi.

Stefano Caldoro, il governatore che si inventò questa procedura tranquillizza: "C'è una delibera, la numero 46 del 9 febbraio 2015, dal titolo “Misure di salvaguardia”. In pratica il documento prevede che, facendo ricorso a misure messe a punto da Governo nazionale e Commissione europea, i Comuni che, entro il 31 dicembre 2015, non riescono a ultimare i lavori, non perdono i finanziamenti né devono pagare di tasca propria perché i progetti vengono spostati sul cosiddetto ‘Programma parallelo’, ossia sui Pac”. Una vicenda sempre più confusa. 

"La cosa che più mi dispiace – ha detto l'assessore Angioli al convegno di Avellino - è che stiamo gestendo un problema, quando invece le risorse europee sono delle opportunità di crescita. I fondi europei devono essere una risposta, un’idea di sviluppo del territorio. La soluzione per far sì che l’accelerazione della spesa non cada nel nulla è quella di trovare risorse proprie della Regione Campania, affiancate ai fondi Fas. Su tutto questo è stata creata una task force e, nei prossimi giorni, sarà annunciata pubblicamente quale soluzione verrà adottata. Il caso accelerazione spesa, induce l’assessore regionale ad una riflessione: “I fondi europei devono essere utilizzati per creare lavoro e nuove imprese. Per le infrastrutture credo sia preferibile adottare i fondi nazionali che sono molto più flessibili. I bisogni sono tanti, non c’è bisogno solo di infrastrutture”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riprendono le ricerche di Domenico Manzo

  • Salute

    Vaccino Covid, una sola dose potrebbe essere efficace

  • Salute

    In Campania non ci si ammala più di influenza

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento