rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Guida

Dai condizionatori alle tende da sole: i bonus estate 2024

Tutti gli incentivi attivi in vista della bella stagione, i beneficiari e quali sono i requisiti richiesti per ottenerli

L'arrivo dell'estate coincide con l'attivazione di diverse agevolazioni. In vista della bella stagione, infatti, c'è la possibilità per alcuni di usufruire di benefici economici che permettono di risparmiare considerevolmente su tante spese che si devono affrontare proprio nella stagione calda come quelle riguardanti condizionatori, zanzariere e tende da sole. Inoltre, ci sono anche il rimborso Inps per i minori dai 3 ai 14 anni iscritti ai centri estivi e la detassazione al 15% delle retribuzioni lorde per i lavoratori del settore turistico. Da ricordare, infine, che tra giugno e luglio sono previsti l’arrivo della quattordicesima e il rimborso del 730. Vediamo nel dettaglio chi sono i beneficiari dei bonus per l'estate 2024 e come fare richiesta.

Bonus condizionatori

Per ottenere tale bonus occorre scegliere un condizionatore meno inquinante che sostituisca quello esistente oppure uno che si può utilizzare anche in inverno per riscaldare l'ambiente in cui è installato. Per l'installazione dei condizionatori è previsto un incentivo fino a fine 2024 che permette di portare in detrazione il 50% della spesa finale.

Si può ricorrere a questo incentivo se si tratta di un sistema a pompa di calore con la doppia funzione di raffrescamento e riscaldamento. Inoltre, chi richiede questa agevolazione può ottenere il bonus mobili. Se invece si decide di usare climatizzatori non solo in estate ma anche in inverno per sostituire il riscaldamento a gas, è possibile avere l'ecobonus al 65%. Bisogna però rottamare la vecchia caldaia, ottenendo così anche un risparmio considerevole in bolletta.

Per ottenere il bonus non serve fare domanda all'Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile) ma basta pagare con il bonifico dedicato ai bonus sulla casa. Poi si potrà portare in detrazione la spesa nella dichiarazione dei redditi da presentare il prossimo anno. La fattura deve essere comprensiva di acquisto e installazione. In alternativa è possibile avere due fatture distinte. Non è invece ammessa l'installazione fai da te perché per il climatizzatore deve essere rilasciato l'attestato di conformità e il libretto d'impianto: occorre quindi necessariamente rivolgersi a un tecnico abilitato.

Se si sceglie invece di fare un intervento più radicale e rivedere completamente il sistema di riscaldamento invernale passando all'elettrico, fino a fine anno si ha ancora diritto all'ecobonus al 65%. In questo caso s è necessario presentare la pratica all'Enea e l'acquisto dei climatizzatori deve essere accompagnato dalla rottamazione della caldaia a gas. Inoltre, tutto l'intervento deve essere certificato da un tecnico.

Bonus zanzariere

Anche questa agevolazione è legata al bonus edilizio. Si può portare in detrazione il 50% della spesa entro un massimo di 60 mila euro. Per poter ottenere il beneficio economico, le zanzariere acquistate devono rispettare determinati requisiti: devono avere la marchiatura CE, devono avere un valore Gtot inferiore a 0,35, certificato da un organismo autorizzato; devono proteggere una superficie vetrata (finestra, porta vetrata) comunque esposta (anche a nord); devono essere fissate in modo stabile; devono essere applicate all’esterno della finestra, all’interno o integrata nell’infisso; devono essere regolabili per permettere all’utente di gestirle in funzione della radiazione solare.

Bonus tende da sole

Come per le zanzariere, attraverso le agevolazioni edilizie si può portare in detrazione il 50%, a fronte di una spesa massima di 60mila euro, di quanto pagato per l'acquisto e l'installazione delle tende da sole. 

L’agevolazione può essere richiesta per tende esterne (EN 13561), come ad esempio tende da sole o tende a rullo; chiusura esterne (EN 13659), come ad esempio persiane, veneziane, frangisole; chiusure interne (EN 13120), come ad esempio i rulli avvolgibili. Inoltre, le tende devono essere montare in modo fisso e devono proteggere una superficie vetrata. 

Bonus centri estivi

Con la chiusura delle scuole, molti genitori avranno bisogno di iscrivere i propri figli in strutture come centri estivi, ludoteche e centri sportivi. L'Inps rimborsa fino a 100 euro per l'iscrizione a minori di età tra i 3 e i 14 anni, figli o orfani e equiparati di dipendenti o pensionati della pubblica amministrazione iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, e pensionati iscritti alla gestione dipendenti pubblici. Per i centri sportivi la detrazione è al 19% delle rette.

Quattordicesima e rimborso 730

La quattordicesima arriverà tra giugno e luglio. È destinata ai pensionati con redditi bassi e ad alcune tipologie di lavoratori, come previsto dai contratti nazionali di appartenenza. Un altro aiuto economico propriamente estivo è rappresentato dal rimborso del 730, riconosciuto ai lavoratori dipendenti e ai pensionati che non hanno altri redditi e che hanno effettuato spese detraibili nel 2023. L'effettiva liquidazione del rimborso nei mesi estivi dipende dalla tempistica di presentazione del modello 730/2024. È erogato con le spettanze del mese successivo a quello di presentazione della dichiarazione dei redditi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dai condizionatori alle tende da sole: i bonus estate 2024

AvellinoToday è in caricamento