menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piano di Azione per l’Energia Sostenibile ad Avellino

Un gruppo di professionisti irpini (Vincenzo Zigarella, Stefano Fedele, Guido Iandiorio, Maurizio De Magistris, Antonello Fierro e Giuseppe Pergola, responsabile Immagine e Comunicazione), coordinato dal professore Biagio Morrone, della Seconda Università di Napoli, responsabile scientifico, ha provveduto all’inventario delle Emissioni di Base (IBE)

Incentivare l’utilizzo del trasporto pubblico e di mezzi privati “alternativi”, come le auto elettriche; sostenere le imprese locali che adottano fonti alternative di sfruttamento di energia, per cercare di ridurre, quanto più possibile, l’immissione di CO2 nell’atmosfera. Sono soltanto alcune delle proposte inserite nel Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) che sta per essere posto all’attenzione dell’amministrazione comunale e, prossimamente, del civico consesso di Avellino. Il Comune, come si sa, ha aderito al Patto dei sindaci (www.eumayors.com) con delibera del consiglio comunale n.37 del 9 ottobre 2013, con la quale si impegna a ridurre le emissioni di CO2 del 30% entro il 2020.

Un gruppo di professionisti irpini (Vincenzo Zigarella, Stefano Fedele, Guido Iandiorio, Maurizio De Magistris, Antonello Fierro e Giuseppe Pergola, responsabile Immagine e Comunicazione), coordinato dal professore Biagio Morrone, della Seconda Università di Napoli, responsabile scientifico, ha provveduto all’inventario delle Emissioni di Base (IBE) che rappresenta la radiografia dei consumi energetici per i settori residenziale, terziario, trasporti, comunale. Il Paes è una sorta di patto di collaborazione che coinvolge Comune, università, cittadini e imprese. Le parti sono state ulteriormente “sollecitate” e ieri (martedì 17 novembre), presso il centro Sociale “Samantha della Porta”, c’è stata un buon coinvolgimento di stakeholder che hanno avanzato le loro proposte.

A recepirle, non solo i rappresentanti del Paes, ma anche il vicesindaco di Avellino, Maria Elena Iaverone, e Gianluca Festa, consigliere provinciale e comunale, nonché coordinatore provinciale del Patto dei sindaci, i quali hanno ribadito il loro impegno per le politiche ambientali e per il Paes. Il Piano definitivo sarà approvato entro dicembre dal consiglio comunale. Un’approvazione che però non impedisce al piano di essere attivo già da tempo per raggiungere gli obiettivi prefissati. Tra gli obiettivi, non solo la riduzione dell’emissione di gas ad effetto serra, ma anche riduzione del consumo di energia ed un aumento della quota di energie rinnovabili sul consumo energetico totale.

La collaborazione con la Sun di Napoli è rafforzata anche dall’autorevole partecipazione dell’ingegnere Enzo Raucci, esperto del settore ed ampio conoscitore della materia. Il Paes ha dato vita anche ad una capillare informazione ai cittadini e ai soggetti interessati. Sul sito (https://www.paes.av.it/) è presente anche un questionario di supporto che permetterà al Comune di raccogliere maggiori informazioni per la redazione del Piano d’Azione. Sui social c’è una pagina facebook (https://www.facebook.com/paes.avellino/).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento