rotate-mobile
mobilità

Problemi di mobilità tratta Avellino-San Potito Ultra, Parolise, Salza Irpina, Sorbo Serpico: i Sindaci scrivono al Prefetto

Ecco la nota congiunta degli amministratori comunali elaborata al fine della risoluzione del problema

Problemi di mobilità per pendolari e studenti nella tratta Avellino - San PotitoUltra, Parolise, Salza Irpina, Sorbo Serpico. I Sindaci dei comuni citati hanno elaborato una nota congiunta indirizzata al Prefetto di Avellino Paola Spena, al Presidente della Provincia di Avellino Rizieri Buonopane e all'Air Autoservizi Irpini S.p.A. al fine della risoluzione delle difficoltà riscontrate in merito al trasporto pubblico.

"La decisione di molti istituti scolastici siti nel capoluogo di posticipare l'uscita degli alunni dalle ore 13:00 alle ore 14:00, adottando il provvedimento comunemente citato come "settimana corta", ha comportato una maggiore affluenza di studenti e pendolari che adottano servizi di pubblica mobilità nella fascia oraria succitata.
Le amministrazioni scriventi ricevono giornalmente, dall'apertura delle scuole, segnalazioni in relazione a criticità già poste all'attenzione della società AIR Autoservizi Irpini S.p.A. e riguardanti l'assenza di una linea diretta alle ore 14:30 da Avellino "Città Ospedaliera" sino ai comuni scriventi quali: San Potito Ultra, Parolise, Salza Irpina, Sorbo Serpico. Tale assenza comporta l'utilizzo di linee dirette in paesi limitrofi tra cui quelle che interessano le tratte Avellino - Lapio, Avellino - Ponteromito, Avellino San Mango sul Calore costringendo gli stessi studenti a fermarsi paesi vicini - nella migliore delle ipotesi a quelli di residenza per poi raggiungere le proprie abitazioni con mezzi propri oppure percorrendo a piedi il tragitto che li divide da casa.
A tale disagio, già di per sé considerato dagli scriventi degno di nota si aggiungono criticità ulteriori quali il sovraccarico delle linee sopra citate (Avellino Lapio, Avellino Ponteromito, Avellino San Mango sul Calore e contigue) con difficoltà legate alla stessa permanenza in sicurezza sugli autobus di linea in quanto molti utenti sono costretti a sostare in piedi durante il viaggio: situazione ulteriormente aggravata considerate le condizioni igienico-sanitarie che ad oggi siamo chiamati a rispettare. Le amministrazioni scriventi, inoltre, sottolineano che gran parte dell'utenza citata è composta da ragazzi frequentanti scuole secondarie di primo grado, quindi di minore età. Tale situazione desta particolare preoccupazione tra i genitori che talvolta sono costretti ad allontanarsi dal posto di lavoro o comunque procurarsi modalità e mezzi propri e non per ricondurre i propri.figli a casa. Apprendiamo, inoltre, il rifiuto degli stessi autisti a far salire a bordo degli autobus i pendolari e gli studenti diretti ai comuni scriventi in quanto "non residenti nella tratta di interesse" costringendo e obbligando gli stessi a rimanere in strada, anche nello stesso capoluogo, alla merce di rischi e pericoli fino all'arrivo di familiari e/o amici chiamati in soccorso.
Sulla base di quanto scritto e di tali eventi che giornalmente rendono poco agevole e dignitosa la vita scolastica e lavorativa di bambini e nostri concittadini e considerando l'avvicinarsi della stagione invernale e delle difficoltà che porta con sé legate alle condizioni metereologiche chiediamo alla S.V. di attenzionare la tematica agli organi e uffici competenti affinché si giunga cerlermente ad una risoluzione del problema evitando ulteriori disguidi e future azioni tutelative da parte di genitori preoccupati per l'incolumità dei loro figli.
Chiediamo, oltremodo, la possibilità di un tavolo di discussione della problematica nel più breve tempo possibile.

Il sindaco di Sorbo Serpico, Prof.ssa Fontanella Mariateresa

Il sindaco di Salza Irpina, Dr. Cella Luigi

Il sindaco di Parolise, Dr. Ferullo Antonio

Il sindaco di San Potito Ultra, Dr. Nazzaro Pasquale
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Problemi di mobilità tratta Avellino-San Potito Ultra, Parolise, Salza Irpina, Sorbo Serpico: i Sindaci scrivono al Prefetto

AvellinoToday è in caricamento