rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Eventi Avella

Visita all' anfiteatro di Avella più merenda: riapre la cittadina archeologica

Domenica 23 maggio sarà possibile visitare il parco e poi concedersi una deliziosa merenda al Moera

La cittadina archeologica irpina, polmone verde della Campania, non si è fatta attendere per la riapertura del Parco Archeologico dell’Anftieatro Romano, del Castello e di tutti i luoghi della cultura. Tutte le domeniche dalle ore 10.00 alle ore 13.00 sarà possibile accedere in Anfiteatro per le visite, negli altri giorni invece è attivo il servizio di prenotazione. Ad accogliere i visitatori e i turisti gli operatori addetti al servizio di accoglienza e informazione del Comune di Avella.

Inoltre domenica 23 maggio sarà possibile effettuare una visita dalle 9.00 e poi dirigersi presso la struttura del Moera per una merenda in campagna. 

Durante i mesi di chiusura forzata a causa della pandemia gli addetti alla promozione dell’ Ufficio Turistico Siat, la Fondazione Avella Città d’Arte supportata dal Comune di Avella e la Soprintendenza Archeologica, hanno lavorato tantissimo si più fronti: dall’allestimento alle nuove aree museali alla sottoscrizione di importanti accordi con gli operatori del settore ampliando la propria offerta turistica, ma anche progetti e attività di promozione del patrimonio in rete. Anche le Associazioni con il loro grandi eventi ed eventi culturali non hanno mai smesso di lavorare.

Ad Avella Città d’Arte e della nocciola si potranno svolgere, oltre ai tradizionali tour, diverse attività tra cui: urban trekking, escursionismo, arrampicata, passeggiate naturalistiche, cooking lesson, visite guidate teatralizzate, visita alle aziende agricole e alla bottega agroalimentare e tante degustazioni di prodotti locali.

 Inoltre a proposito dell’Irpinia, la cittadina è entrata a far parte di un sistema di promozione culturale: il "Sistema Irpinia" posto in essere dall’omonima Fondazione istituita dalla Provincia di Avellino. Ci saranno 26 distretti turistici dislocati nelle aree ad elevato interesse culturale e una rete solida per la promozione che si doterà di strumenti di ultima generazione. Si punterà tutto sulla digitalizzazione e la cittadina archeologica, oggi difesa dai Lupi di Liu Ruowang presenti nella piazza centrale, sarà la porta d’Irpinia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Visita all' anfiteatro di Avella più merenda: riapre la cittadina archeologica

AvellinoToday è in caricamento