rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Eventi

Venticano, il Maestro Ken Loach riceve il Premio Puzo

Giovedì, 25 agosto, ore 18.30, alla Cavea di Venticano, la cerimonia di consegna del Premio Mario Puzo a Ken Loach

Mercoledì 24 e giovedì 25 agosto saranno due giorni di grande emozione e onore per la VIII Edizione di Corto e a Capo - Premio Mario Puzo, grazie alla presenza del Maestro Ken Loach, portabandiera anglosassone e mondiale del cinema di denuncia. Il Festival proporrà una piccola retrospettiva della sua filmografia con la proiezione di alcuni cortometraggi e opere del regista anglosassone, tra questi: Sorry We Missed You (Belgio 2019) il 24 agosto, alle 18.30 al Gaveli di Benevento. Alle ore 19.00, il festival proseguirà nella splendida location dei Marzani a San Giorgio del Sannio. Il giorno dopo - giovedì 25 agosto, ore 18.30, alla Cavea di Venticano (AV) la cerimonia di consegna del Premio Mario Puzo a Ken Loach.

“Assegnare al Maestro il Premio Mario Puzo è un sogno che si realizza, un riconoscimento che ci sembra quanto mai naturale per uno dei pochi autori nel panorama mondiale che ha saputo innovarsi rimanendo sempre se stesso, che ha saputo interpretare le istanze della classe lavoratrice e renderle centrali in un contesto cinematografico che spesso se ne dimentica, le lascia ai margini o le tratta con racconti e gag stereotipati - spiega il direttore artistico”. 

"Guardare con occhi nuovi la realtà che ci circonda, non c’è nulla di meglio della rappresentazione per comprendere a fondo la realtà e liberarci dalle paure - aggiunge il direttore artistico, Umberto Rinaldi, sul tema di questa edizione "Mostri senza pretese”, che si svolgerà fino al 29 agosto 2022 nelle provincie di Benevento e Avellino.

"Un Festival del Cinema nelle Aree Interne che fa rete con le associazioni locali (pro loco e amministrazioni comunali) con l’obiettivo di rendere le periferie centrali grazie al cinema: nucleo di CEAC – Premio Mario Puzo è il concorso che ogni anno ci entusiasma con centinaia di opere che giungono da tutto il mondo. Il momento della selezione è duro ma allo stesso tempo il più interessante, - continua il direttore artistico - come lo è il viaggio attraverso le varie cinematografie, più di 300 opere con più di 30 paesi partecipanti tra cui nazionalità solitamente poco presenti nei festival (Cile, Messico, Pakistanecc.). Un giro intorno al mondo con la cornice dello schermo che lascia sempre grande emozione e soddisfazione, con dei contenuti molto solidi e riflessivi, probabilmente figli del biennio di pandemia che abbiamo attraversato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venticano, il Maestro Ken Loach riceve il Premio Puzo

AvellinoToday è in caricamento