rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
Eventi

Premio Ettore Scola, sindaco Festa: "L'Irpinia deve rendere omaggio a chi l'ha resa grande"

Il programma della prima edizione dell'evento dedicato al regista di Trevico, con cui si celebra anche la riapertura dell'ex Cinema Eliseo, è stato presentato questa mattina a Palazzo di Città

La cultura cinematografica riprende vita ad Avellino. La comunità celebrerà la riapertura dell'ex Cinema Eliseo con la prima edizione del Premio Ettore Scola, iniziativa fortemente voluta dall'amministrazione guidata da Gianluca Festa per rendere omaggio ad uno dei personaggi irpini più illustri, di fama nazionale e internazionale. Una due giorni di premiazioni e proiezioni che è stata realizzata sotto la direzione artistica del regista Giovanni Veronesi, riuscendo ad ottenere la partecipazione di ospiti prestigiosi del cinema italiano. Tutti desiderosi di ricordare il grande regista di Trevico.

Presentazione della prima edizione del Premio Ettore Scola

Veronesi: "Questo premio andava istituito perchè Scola se lo merita"

"Non sono avvezzo a organizzare queste cose e non sono uno che frequenta i premi in modo particolare, ma ci sono registi come Ettore Scola che si meritano tutto, anche dopo la morte. E' un dovere rendergli omaggio perché ha creato capolavori che sono pietre miliari per il cinema italiano" esordisce così Giovanni Veronesi, che ha illustrato in videoconferenza il programma dell'evento che si svolgerà dal 28 al 29 ottobre 2022. Il direttore artistico giungera ad Avellino nella giornata di domani.

"In Italia non c'era un premio intitolato a Ettore Scola e istituzionalmente mi fa piacere che il sindaco abbia intuito la necessità di avere questo premio. Scola se lo merita. Quando ho chiamato a raccolta amici e colleghi nessuno ha detto di no e tutti si sono liberati da ogni impegno" racconta il regista auspicando che quella del 28 e del 29 ottobre sia solo la prima di una lunga serie di edizioni.

Prima serata dedicata agli amici di Scola

La prima edizione del Premio Ettore Scola partirà domani 28 ottobre alle ore 20.30 con il taglio del nastro all'ingresso dell'ex Cinema Eliseo. La prima serata sarà dedicata ai rapporti di amicizia intessuti dal regista scomparso con l'intento di ricordare la sua personalità e la sua produzione artistica-cinematografica. Ospiti, dunque, gli amici, a cui saranno consegnate delle pergamene; Giovanna Ralli, Edoardo Leo, Riky Tognazzi, lo storico aiuto regista di Scola e sua figlia Silvia che sarà la madrina d'eccezione di questa prima edizione.

Virzì, Albanese e Buy ospiti della seconda serata: "Abbiamo invitato il meglio del cinema italiano"

"In questo momento, è importante far vedere che il cinema è unito perchè le sale ritornino a vivere di gente, altrimenti sarà davvero dura mantenere un'arte così importante. Mi piacerebbe, quindi, se questo evento avesse grande spazio. Anche ad Avellino si celebra il cinema con qualità" afferma Veronesi. E sarà così perchè nella seconda serata del Premio Ettore Scola, all'Eliseo saranno premiati tre nomi celebri del cinema nazionale ed internazionale, in particolare per il modo in cui si sono distinti nel genere della commedia: il regista Paolo Virzì, l'attore Antonio Albanese e l'attrice Margherita Buy. Atteso il 29 ottobre anche Walter Veltroni, che renderà omaggio all'amico Ettore raccontando i momenti trascorsi insieme.

Sindaco Festa: "Veronesi ha accettato con entusiasmo la direzione artistica. Iniziamo con il botto"

"Era doveroso, da parte della città e dell'Italia intera, intitolare un premio a questo grandissimo regista. Ringrazio Giovanni Veronesi perchè quando qualche mese fa l'ho contattato e gli ho parlato di Ettore Scola si è subito appassionato ed entusiasmato. Si è messo all'opera per rendere il premio prestigioso e per far sì che vi partecipassero personaggi di primo piano dello scenario italiano" racconta il sindaco Gianluca Festa.

Ex Cinema Eliseo: " La riapertura rappresenta una svolta per la comunità"

"Per l'amministrazione, domani sarà un giorno emozionante. Stiamo completando trent'anni di incompiute ma stiamo anche permettendo di riappropriarci di un senso di appartenenza e di identità, di una storia e di un valore culturale. La riapertura dell'Eliseo rappresenta una svolta per la comunità" dichiara il Primo Cittadino.

In vista della due giorni dedicata ad Ettore Scola, l'amministrazione ha proceduto con l'avvio di una serie di interventi di pulizia per rendere presentabile e usufruibile al pubblico la struttura storica di Via Roma che, da tempo ormai, versa in un triste e ingiustificabile stato di abbandono e degrado sia a causa dell'immobilismo amministrativo sia per colpa di persone prive del tutto di senso civico e di rispetto per il patrimonio cittadino.

Atti vandalici: "Chi scrive sui muri è un imbecille che non vuole bene né a se stesso né alla città"

"Abbiamo iniziato installando l'impianto di illuminazione e le telecamere perchè, prima di ripulire, c'era bisogno di controllare e presidiare la struttura. Abbiamo appostato un pò di denaro per provvedere alla pulizia dei marmi e delle pareti quindi, appena avremo l'autorizzazione della Soprintendenza, provvederemo quanto prima anche a questo" sottolinea il sindaco Festa che, successivamente, rivolge un appello alla cittadinanza, in particolare a coloro che in questi anni hanno danneggiato l'Eliseo con atti vandalici: "Tutti devono impegnarsi a preservare un bene della città. Chi scrive sui muri di una struttura così importante è un imbecille che non vuole bene né a se stesso né alla città in cui vive. Un gesto che non dimostra altro se non la propria idiozia". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio Ettore Scola, sindaco Festa: "L'Irpinia deve rendere omaggio a chi l'ha resa grande"

AvellinoToday è in caricamento