rotate-mobile
Eventi

Il cast di Mare Fuori all'Ariano International Film Festival: "Se metti l'anima nel personaggio si vede dagli occhi"

 Matteo Paolillo, Artem Tkachuk e Antonio Orefice, noti sul piccolo schermo come Edoardo, Pino e Totò, hanno coinvolto e divertito il pubblico di Ariano

La direzione di Ariano International Film Festival ha portato ad Ariano alcuni membri del cast di Mare Fuori, apprezzata serie Rai – ora anche disponibile su Netflix, oltre che su Rai Play, trasmessa in prima serata su Rai Due dal 23 settembre 2020. La serie narra le vicende di un gruppo di giovani, alle prese con la difficile esistenza nel carcere minorile di Napoli (liberamente ispirato a quello di Nisida).

In attesa della terza stagione, che dovrebbe arrivare nell’autunno 2022, e già rinnovato per una quarta, il pubblico ha avuto l'occasione di poter incontrare, conoscere e ascoltare dal vivo, tre dei volti principali che hanno dato vita ai loro beniamini. Matteo PaolilloArtem Tkachuk e Antonio Orefice, noti sul piccolo schermo come Edoardo, Pino e Totò, hanno coinvolto e divertito il pubblico di Ariano. 

Nel corso delle stagioni, ciascuno di loro è stato capace di conquistare un pezzetto del cuore degli spettatori, grazie a un’inesauribile passione e alla sensibilità messa in gioco. Creato da Cristiana Farina e Maurizio Careddu, da un’idea di Cristiana FarinaMare Fuori vanta contributi eccezionali, sia per quanto riguarda il reparto artistico, che quello tecnico. Emozionante e significativo il brano di apertura di ogni puntata, dal titolo O’ Mar, del cantautore napoletano Raiz, vero e proprio leitmotiv dello show. Lo stesso Paolillo ha curato, insieme a Stefano Lentini e a Lorenzo Gennaro, la regia della sigla.

Così l’Ariano International Film Festival segue il suo obiettivo di valorizzare e diffondere il giovane talento italiano, permettendo ai cittadini di Ariano di entrare in contatto diretto con alcuni dei suoi massimi esempi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cast di Mare Fuori all'Ariano International Film Festival: "Se metti l'anima nel personaggio si vede dagli occhi"

AvellinoToday è in caricamento