L'Irpinia incontra il Costa Rica e il Venezuela in una grande mostra virtuale

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 07/10/2020 al 07/10/2020
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Centocinquantuno artisti da tutto il mondo si uniscono per omaggiare la natura e combattere contro il Covid-19 offrendo speranza e positività. Per questo motivo è nata l'esposizione virtuale Flores” che s'inaugura il prossimo 7 di ottobre sotto l'organizzazione internazionale "Encuentro de las Artes Plásticase” e visionabile su facebook ed instagram. Un nuovo modo di promuovere l arte grazie alla tecnologia e al potere dei social network, capaci di arrivare ovunque e dare lustro e visibilità agli artisti di ogni parte del mondo.

Molto felici gli organizzatori Johanna Díaz (fondatrice e direttrice dell'organizzazione del Costa Rica), Angélica Leal (curatrice del Venezuela) e Generoso Vella (rappresentante dell'Italia) che lo scorso 30 agosto hanno inaugurato la chiamata per artisti a cui hanno aderito più di 200 partecipanti e diventati 151, dopo la selezione del 21 settembre.

Un evento artistico multidisciplinare dove l'arte incontra la poesia e la musica con il contributo video della poetessa Rebecca Morales e della cantante lirica Bárbara Morales. Ad ispirare questo progetto è il pittore Vincent Van Gogh che con la sua opera Girasoli cambiava lo sguardo che il mondo aveva dei fiori che, in quei colori e quelle forme, scopriva la personalità dell artista e i suoi sentimenti. Inoltre, i fiori sono importanti perché insegnano all'umanità che la nostra esistenza è effimera e fugace e il loro sbocciare ricorda nuovi colori e profumi di vita.

L'obiettivo degli organizzatori è dare visibilità agli artisti emergenti e far conoscere quelli con più esperienza in uno spazio digitale che unisce, dove non esistono differenza di età, di nazionalità, di etnia: «Questa mostra - dichiara la direttrice del progetto Johanna Diaz - vuole essere un punto di connessione, per condividere e riunire persone a livello internazionale e diventa un' occasione propizia per lo scambio di idee e l ' esposizione di opere d' arte. Il tema dell' esposizione scaturisce dall'idea di utilizzare il linguaggio visivo, secondo la prospettiva dell'artista, e di evidenziare la bellezza della natura come sua espressione più poetica. Siamo motivati ​​a promuovere le arti plastiche e visive, consapevoli del problema globale, quindi utilizzeremo i social per portare la bellezza dei fiori a chiunque trovi in ​​essi un messaggio positivo e colorato» conclude Díaz.

Secondo la curatrice Angélica Leal, l’arte è utile all’umanità per ricercare il bello e per far riflettere gli uomini sulla realtà che li circonda: « Monet, Gauguin, Mignon, Seurat, Pissarro, e altri artisti famosi, hanno dipinto i fiori, catturando la loro bellezza al meglio, intrecciando la figurazione con elementi concettuali e simbolici. Oggi, gli artisti continuano a rappresentare i fiori e considerarli un'importante fonte d'ispirazione per la nascita di un'opera darte. In questi tempi difficili che stiamo tutti affrontando, la fondatrice e direttrice del progetto, Johanna Díaz, ha scelto il tema del fiore per coinvolgere gli artisti di tutto il mondo a riscoprire il fascino della natura secondo una propria visione e poter intravedere in essa una speranza anche durante questa pandemia globale».

I centocinquantuno lavori che compongono la mostra internazionale « si contraddistinguono per i loro colori, per lo più vibranti, per forti pennellate e luminosi toni caldi e freddi, offrendo allo spettatore una realtà molto variegata di ciò che stiamo vivendo e rivelano anche un mondo frutto della fantasia tra rose, girasoli, tulipani e altri fiori in cui trionfano il bello e la gioia» ha precisato Leal.

Tre nazioni diverse, Costa Rica, Venezuela e Italia, si abbracciano simbolicamente e creano questa connessione speciale, per superare un momento difficile per il pianeta e confrontarsi con le sensazioni che il fiore trasmette e sulle emozioni che è in grado di evocare: « I fiori - ha dichiarato l'artista rappresentante dell'Italia, Generoso Vella - raffigurano la speranza di un mondo più bello e sereno. Guardarli vuol dire nutrirsi di bellezza e riconoscere che la natura è la principale potenza creatrice, capace di lasciare gli uomini stregati e meravigliati per la sua ricchezza e armonia. L'arte ispirata alla natura è un'arte suprema, è un'arte che omaggia un'altra arte».

Dunque, siete tutti invitati a non perdervi quest'incontro virtuale di arti plastiche e collegarvi per l' inaugurazione di Flores sulla pagina Facebook “Encuentro de las Artes Plásticas” il prossimo 7 di ottobre 2020, per visionare le opere e restare aggiornati sui prossimi progetti degli organizzatori.

Tra gli italiani che hanno aderito al progetto,Luisa Bergamini, Maura Di Giulio, Marzia Maria Braglia, Laura Chiarello, Elisabetta Bertelli, Mabi Col, Serse Luigetti , Anna Bacchilega, Roberta Savolini e dall'Irpinia Michela Strollo, Serena D'Onofrio , Generoso Vella ed Elisa Monica.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

I più visti

  • Giornate Fai d'autunno: ecco il programma in Irpinia e nel resto della Campania

    • dal 17 al 25 ottobre 2020
  • Tempo di Vendemmia: da Mastroberardino passeggiate, degustazioni e merende in vigna

    • dal 26 settembre al 24 ottobre 2020
  • Prevenzione, ecografie e visite cardiologiche gratuite a Montoro

    • dal 10 al 24 ottobre 2020
  • Da Spider-Man a Star Wars, la quarta tappa di Comicon Extra al Carcere Borbonico

    • dal 16 ottobre al 28 novembre 2020
    • Carcere Borbonico
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    AvellinoToday è in caricamento