rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Eventi

Io Dono 2023, oltre 300 iscritti percorreranno 65 km per invitare la popolazione alla donazione degli organi

Il direttore generale dell’Asl di Avellino Mario Ferrante atteso ai nastri di partenza a Lioni. In prima linea le associazioni di volontariato Anpas e Misericordia, ma anche il Rotary campano, la Provincia e i Comuni per garantire supporto logistico e accoglienza

I 300 cicloamatori iscritti alla Ciclopedalata non agonistica promossa dall’Associazione di Promozione Sociale Io Dono L’Irpinia per la Vita sono ai nastri di partenza. Sabato 19 agosto da Lioni muoverà la carovana su due ruote per prendere parte alla Giornata irpina di sensibilizzazione per la donazione degli organi e delle malattie rare.

“Soltanto il 30% delle pre-iscrizioni alla manifestazione sono di cicloamatori della provincia di Avellino, e la stragrande maggioranza arriva da fuori provincia e da fuori regione” annunciano gli organizzatori. Sono state registrate iscrizioni dalla Basilicata, Lazio, Puglia, Lombardia, Veneto, Trentino e Friuli Venezia Giulia. “Già alla vigilia dell’evento possiamo ritenerci soddisfatti” continuano dalla cabina di regia. “Un grazie alla Provincia di Avellino e ai Comuni di Lioni, Cassano Irpino, Montella e Bagnoli Irpino. Oltre che alle associazioni di volontariato che ci permettono di pedalare e far conoscere le strade dell’Irpinia per diffondere il messaggio di Io Dono L’Irpinia per la Vita”.

La macchina organizzativa dell’Aps sottolinea il grande sforzo della Provincia di Avellino, che ha garantito la percorribilità della strada Laceno- Lioni e oggi consente ai ciclisti di Io Dono la praticabilità in sicurezza, ma anche a tutti gli appassionati di frequentare i siti montani. Ai nastri di partenza di sabato 19 agosto alle ore 9.00 in Piazza Vittoria a Lioni sarà presente tra gli altri, anche il direttore generale dell’Asl di Avellino Mario Ferrante, che porterà la solidarietà e il sostegno dell’Azienda Sanitaria della provincia di Avellino alla battaglia promossa da Io Dono.

La ciclopedalata non agonistica promossa dall'associazione Io Dono L'Irpinia per la Vita rappresentata da Giovan Battista Capasso, presidente del Comitato Scientifico del Congresso Europeo di Nefrologia, è un evento ormai consolidato, che spinge la provincia di Avellino in vetta alla classifica regionale sul rapporto cittadini- donatori. La manifestazione ha ottenuto il patrocinio dell'Arcidiocesi e di altri enti, oltre al supporto della Società Italiana ed Europea di Nefrologia, dell'Associazione Nazionale Emodializzati e della Fondazione La Nuova Speranza. Per l'edizione 2023 sono stati coinvolti i Comuni di Lioni, Bagnoli Irpino, Montella e Cassano Irpino.

L'Ente Parco Monti Picentini ha prestato una valida collaborazione, così come prezioso si è rivelato il sostegno del volontariato, insieme al contributo fondamentale dei centri di emodialisi irpini. Inoltre patrocina l’edizione 2023, anche il Distretto del Rotary Internazionale 2101 che corrisponde al perimetro della Regione Campania. Il rappresentante Ugo Oliviero sottolinea la partecipazione attiva alla giornata irpina, per due ordini di ragioni: “La prima è senza dubbio la solidarietà nel diffondere le problematiche correlate alle malattie rare e all’importanza della donazione degli organi, in quanto si tratta di un’attività di sensibilizzazione che coincide con le attività che lo stesso Rotary porta avanti. E in secondo luogo, la divulgazione e la condivisione della tematica nelle aree interne, mette in luce anche le bellezze paesaggistiche e storiche di questi luoghi”.

Flavio Lombardi, Governatore della Misericordia di Montella, conferma l’impegno dell’associazione per garantire la migliore accoglienza possibile: “Accoglieremo i ciclisti a Largo dell’Ospizio, da dove sarà possibile raggiungere i locali della Confraternita muniti di tutti i servizi, incluse le docce; ma anche il parco pubblico dove stiamo allestendo un palco da mettere a disposizione di quanti vorranno condividere la loro testimonianza di donatori e di beneficiari di donazione. La tappa di Montella garantirà alla carovana di Io Dono un pasto semplice, composto da un primo piatto e una fetta di anguria, per consentire ai ciclisti di rifocillarsi e ripartire con energia”.

Adriana Di Martino dell’Anpas di Lioni lavora da sempre accanto all’associazione Io Dono e da sempre sostiene la ciclopedalata irpina. “Anpas è da sempre al fianco della manifestazione” spiega. “Sia perché siamo impegnati in prima linea nell’ambito socio- sanitario, e sia perché siamo molto sensibili al tema della donazione degli organi. Come tali non possiamo che unirci per dare risonanza ad una battaglia di civiltà che in Italia deve ancora percorrere tanta strada. L’evento promosso dal professore Capasso è in grado di valicare i confini nazionali e comunicare al meglio il messaggio”.

Io Dono è la ciclopedalata non agonistica nata per diffondere il messaggio dell'importanza della donazione degli organi. L'iniziativa vuole dimostrare come grazie ai trapianti, le persone abbiano la possibilità di tornare a vivere una vita normale. Infatti la ciclopedalata coinvolge attivamente sia coloro che hanno già ricevuto un trapianto di rene, e ora godono di una vita rigenerata, sia coloro che sono ancora in trattamento dialitico, in attesa di trapianto che potrebbe cambiare radicalmente la loro esistenza. Io Dono è un simbolo di solidarietà, sostenibilità e pace. Partecipare alla ciclopedalata significa manifestare un profondo amore verso il prossimo e un desiderio di benevolenza reciproca.

LE TAPPE

In questa edizione, il percorso sarà di 65 km, caratterizzato dal passaggio nei comuni pedemontani delle castagne e del tartufo, per immergersi nello spettacolo naturale dei Monti Picentini, nel tratto che da Lago Laceno porta a Gavitoni nel comune di Lioni. Il programma dell'edizione 2023 prevede la partenza da Lioni alle 9.30. Lasciata dopo qualche km la strada statale 400 il percorso si snoda attraverso le strade provinciali, toccando il Goleto di Sant'Angelo dei Lombardi per raggiungere Cassano Irpino intorno alle 11.30. Le tappe successive sono previste a Montella (alle ore 12.40) e a Bagnoli Irpino (alle 14.20). Il percorso qui diventa impegnativo perché ripropone il tracciato del Giro d'Italia, con l'arrivo della carovana al Lago Laceno alle ore 16.00. L'altopiano è la vetta più alta da cui poi i ciclisti scollinano, prima verso Gavitoni (per le 17.50), poi verso Lioni dove la carovana sarà attesa come da consuetudine a Piazza Vittoria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Io Dono 2023, oltre 300 iscritti percorreranno 65 km per invitare la popolazione alla donazione degli organi

AvellinoToday è in caricamento