menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tutto il meglio dell'Irpinia, Vallesaccarda capitale del gusto

Parte il Festival della Cinegustologia, prima tappa Vallesaccarda

Dallo zafferano di Lacedonia ai pomodorini di Montecalvo Irpino, dai formaggi di Nusco ai salumi di Torella dei Lombardi, dalle confetture di Roccabascerana al torrone di Grottaminarda. C’è tutto il meglio delle tipicità enogastronomiche eccellenti dell’Irpinia all’interno della Fiera della Cinegustologia ospitata dal Centro Sociale Intercomunale di Vallesaccarda. L’apertura della Fiera, organizzata dai Comuni di Vallesaccarda, Trevico e Zungoli, in collaborazione con la Condotta Slow Food “Irpinia Colline dell’Ufita e Taurasi” e la Coldiretti di Avellino, è la prima tappa del Festival della Cinegustologia, che animerà i tre comuni della Baronia fino all’8 Gennaio con un mese di conferenze, degustazioni, proiezioni e visite guidate che avranno l’obiettivo di raccontare “tutto il bello e il buono dell’Irpinia” attraverso le suggestioni del cinema di Ettore Scola a cui è dedicata la prima edizione del Festival. 

“Ettore Scola amava la buona tavola con i profumi e i sapori dei prodotti della sua terra irpina - spiega Marco Lombardi, inventore della Cinegustologia e direttore artistico del Festival - ed all’interno della Fiera della Cinegustologia sono stati selezionati i migliori prodotti agricoli irpini in cui poter ritrovare, grazie all’approccio metodologico della cinegustologia, il ‘gusto’ dei film di uno dei grandi Maestri del cinema italiano”. Gli stand allestiti con la direzione organizzativa del Sindaco di Vallesaccarda, Franco Archidiacono, ed il coordinamento scientifico del segretario generale della Condotta Slow Food “Irpinia Colline dell’Ufita e Taurasi”, Pasqualino Miano, sono 27 e alterneranno nella Fiera della Cinegustologia (che sarà aperta il 10, 11 e 17 Dicembre e nuovamente il 7 Gennaio nella penultima giornata del Festival) il meglio delle produzioni di origine controllata e garantita dell’intero territorio irpino: l’olio di Ravece, il caciocavallo podolico, l’aglianico di Taurasi e il broccolo aprilatico, solo per citarne alcuni dei prodotti in mostra.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento