rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Eventi

Emergente Pizza segna il ritorno degli eventi di Witaly

Nel corso della kermesse importanti momenti di confronto tra la giuria in sala per approfondire le ultime tendenze nel mondo della pizza e della ristorazione

Giungono al termine le selezioni territoriali del format di gara ideato da Witaly e dedicato ai giovani talenti dell’ospitalità: EMERGENTE. 

Gli eventi, firmati dall'esperienza ultraventennale di Luigi Cremona, sono ripartiti il 22 marzo con EmergentePizza.  La selezione dei migliori pizzaioli del Centrosud 2022  è andata in scena all’interno del polo formativo “Villaggio dei Ragazzi” di Maddaloni.

"Per noi di Witaly e per i concorrenti pensiamo sia stato un evento davvero memorabile - dichiara il team di organizzatori".

Tra i giovani pizzaioli in gara: Andrea Arcuti della pizzeria Araknos di Aradeo (LE); Diego Caiazzo della pizzeria Capriccio di Monsano (AN); Antonio Matera della pizzeria Virgo Esperienza in Purezza di Andria (BT); Milena Natale della pizzeria Verdevasinicola di Battipaglia (SA, unica donna in gara.; Nicholas Pardini della pizzeria Apogeo di Pietrasanta (LU); Emilio Taglialatela della pizzeria Margherì di Mondragone (CE); Vincenzo Valla della pizzeria Il Mago degli Arrosti di Riardo (CE); Daniele Grella della Pizzeria Riccadone, Sparanise (CE), Luigi Gentile della pizzeria Cirasella di Monopoli (BA) che vince il premio della Critica e diventa automaticamente riserva. 

Emergente-2

Un’estenuante sfida durata due giorni. A dirigere la gara la brillante presentazione dei giornalisti enogastronomici Antonella Amodio e Luigi Cremona. Mentre a guidare la comunicazione l'impeccabile giornalista Giulia Cannada.

Il primo giorno ha visto i concorrenti sfidarsi a colpi di “Margherita”, il secondo, il 23 marzo, a colpi di creatività. Ogni pizza creativa è stata realizzata con l’impasto fatto a mano il 22 marzo sotto gli occhi degli esaminatori e di Nicola Demo, tecnico di Agugiaro&Figna. 

I concorrenti che si sono aggiudicati il consenso della Giuria sono stati: Davide Sardina della Pizzeria Lionello di Succivo (CE), Daniele Grella della Pizzeria Riccardone a Sparanise (CE) e Luca Vessecchia della Pizzeria Seu Illuminati di Roma. Rivedremo questi giovani talenti (provenienti per la maggior parte da piccoli centri, piuttosto che da grandi città) alla finale di maggio ad ALMA , la Scuola di alta Formazione a Colorno (Parma) per la finalissima nazionale dal 13 al 15 maggio prossimi.

Alto il livello dei concorrenti. Non a caso la giuria è rimasta positivamente impressionata dalla professionalità dimostrata dai giovanissimi talenti, dal rispetto delle regole e delle tempistiche.

FB_IMG_1648549260391-2

Le diverse interpretazioni delle tonde hanno creato anche notevoli spunti di riflessione tra i circa 30 giurati - tra giornalisti ed esperti d settore - che oltre ad apprezzare le qualità dei competitor hanno approfondito tendenze e novità del segmento pizza. Presente in giuria, inoltre, una nutritita delegazione irpina: i giornalisti Annibale Discepolo e Rosa Iandiorio, gli chef Antonio Pisaniello e Luigi Mariconda, la Sommelier Jenny Auriemma. Tra gli ospiti anche lo chef Giovanni Arvonio, i pizzaioli Mariano Testa e Pierpaolo Candela. 

Hh-3

Ma la vera cornice dell’ evento è stata disegnata dai tanti allievi e ragazzi del Villaggio dei Ragazzi che "hanno prestato una collaborazione altamente seria e professionale - aggiunge la squadra di Witaly - Gli Sponsor presenti: Agugiaro e Figna con Nadia De Ruosi, l’acqua Egeria, il Consorzio del Parmigiano Reggiano, Olitalia, Valoriani Forni, ABC Latticini con Francesco Nucci, Brazzale con Valerio Fabri, Agrigenus, Vini Federici, Horeca, Gimetal, le birre artigianali Karma e Obbé. Prestigiosa la presenza di Richemont Italia, rappresentata da Adriano Albanesi. Un ringraziamento particolare va alla Scuola di Dolce&Salato che ha supportato la manifestazione e all’infaticabile Giuseppe Daddio, ad Antonella Amodio che ha presentato in larga parte l’evento, a Claudio Petrone Preside del Villaggio che è riuscito a coinvolgere con entusiasmo i tantissimi allievi".

Evento nell’evento la serata dedicata ai pizzaioli “senior” di Caserta: man mano si è sparsa la voce ed alla fine sono arrivati in tanti: Francesco Martucci, Sasà Martucci, Simone De Gregorio, Salvatore Lionello, Michele Martorano, Otello Schiavon, Giovanni Russo, Raffaele Cavalieri, Giacomo Garau, Giovanni Di Vico, Raffaele Ippolito, Ciccio Vitiello, che hanno allietato il numerosissimo pubblico arrivato da tutto il CentroSud, con le loro pizze.

Con un’ideale staffetta i giovani della pizza il 23 marzo hanno passato “il testimone” agli emergenti di Sala del Centro Sud, undici talenti under 30 per la precisione: Andrea Bianchini de L’Arcade* a Porto San Giorgio (FM); Ion Chelici del Nostrano* a Pesaro; Stefano Herrera Balgos di Zia restaurant* a Roma; Salvatore Matarazzo di John Restaurant ad Afragola NA; Livia Luciani di Enoteca La Torre* a Villa Laetitia a Roma; Nicolina Luisa La Peruta di My Seacret a Napoli; Simone Monzillo di Tenuta Le Trabe* a Capaccio (SA); Ivan Polucci Sabbioni di Zass* presso l’Hotel San Pietro a Positano; Michele Pugliese del Mantineo d3i Capo Vaticano Resort a Ricadi (VV); Gabriele Sonnessa di Agriturismo La Villa di Melfi (PZ); Giorgio Zoccolella del Michelasso a Napoli. 

I giovani professionisti di Sala hanno affrontato diverse prove: quella teorica basata sul riconoscimento di errori voluti all’interno di una carta dei vini compilata ad hoc, quella pratica durante una cena informale servita a braccio presso la Masseria Rosamelia, dove abbiamo avuto anche ospiti ed interpreti d’eccezione come Franco Pepe con le sue straordinarie pizze e Pasquale Marigliano Pastry Chef autore di grandissime praline, Biagio Martinelli con i suoi dessert e Aniello di Caprio di Dolce&Salato, con le sue colombe pasquali.

Il 24 marzo nella sala convegni del Villaggio dei Ragazzi si è svolta la difficile, quanto impegnativa, prova orale davanti a una numerosa e qualificata Giuria composta da grandi nomi di professionisti di Sala e Cucina ( Chef, chef de rang, Maitre Sommelier, Maitre, Fb Manager, Restaurant Manager e camerieri) di tutto il Centro Sud.

Come da regolamento i concorrenti si sono presentati alla giuria e al numeroso pubblico, attraverso un video; successivamente hanno risposto ai difficoltosi quesiti posti dai giurati e dai partner. Tra questi: l’Acqua Egeria, il Consorzio del Parmigiano Reggiano, Federici Vini, Brazzale con il suo straordinario burro artigianale, il Consorzio di Tutela vini di Custoza, i vini e gli oli di Monte Vibiano, Horeca Service, il Consorzio dei Vini del Sannio, Vigne Chigi, la birra Obbè, ABC Latticini, Il Casolare, Goedlin. Presente in giuria l’ormai famoso “Uomo di Sala” e Influencer Gabriele Bianchi, past winner nazionale 2019. La sfida è stata ardua ed equilibrata. La giuria ha designato vincitori: Ion Chelici, Simone Monzillo, Salvatore Matarazzo e ha voluto attribuire un riconoscimento particolare a Nicolina La Peruta e Ivan Polucci Sabbioni. Rivedremo i vincitori alla finale nazionale di Colorno (Parma) presso ALMA la Scuola di Alta Formazione, realtà principale per la formazione dei professionisti della ristorazione: dagli chef, ai pasticcieri, pizzaioli e personale di Sala.

Adesso non ci resta che attender la metà di maggio, precisamente il 13 e 14 per scoprire chi sarà il miglior EMERGENTE 2022, glissando ahimé sul fatto che in realtà l’edizione 2021 è saltata a piè pari a causa del covid.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergente Pizza segna il ritorno degli eventi di Witaly

AvellinoToday è in caricamento