menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Villa San Nicola Music Festival, gli organizzatori svelano il programma

Si aprirà, il 30 luglio, un nuovo capitolo nel panorama degli eventi culturali qui in Irpinia

Si aprirà, il 30 luglio, un nuovo capitolo nel panorama degli eventi culturali qui in Irpinia, a cavallo tra una tradizione che prosegue da anni ed un’innovazione che punta ad andare avanti inventandosi, reinventandosi e proponendo, di volta in volta, idee sempre attuali.  
Si tratta del Villa San Nicola Festival, nato dalla propositiva volontà di un gruppo di ragazzi che hanno voluto dare voce al bisogno di novità di un’ampia fascia di giovani. E la voce che hanno dato quest’anno è quella dei Kutso e di Gazzelle, artisti più che emergenti nel panorama musicale italiano indie-e-non.  
 
Angelo Vecchione e Antonio Fiore ci spiegano l'evento.
 
 Angelo, cosa ha spinto te e gli altri organizzatori a dare luce a quest'evento? 
Il voler concretizzare un pensiero... L'evento nasce dall'idea di rivisitare la festa patronale creando qualcosa di originale e nuovo che allo stesso tempo strizzi l'occhio al passato. 
Amo definire il festival come 'una frontiera fra innovazione e tradizione.' 
La nostra 'proposta' musicale è nuova se pensiamo agli altri eventi organizzati in zona; l'obiettivo è quello di accogliere la richiesta di un pubblico vario che spesso è costretto a spostarsi per ascoltare una musica differente dal classico folk, da qui la scelta è ricaduta sull'indie, che ad oggi è definibile l'ago della bilancia fra la musica che riesce ad arrivare ai grandi ascolti e quella ormai tramontata. 
 
Ecco, l’ago della bilancia. Ma zoomiamo sulla scelta dei protagonisti musicali del festival: Kutso e Gazzelle – di cui i lettori troveranno le bio a fine pagina, tramite il link che collega alla pagina evento facebook. Perché loro? Scelta di testa e di cuore. 

I Kutso pensiamo siano un gruppo capace di trasmettere alle persone la giusta gioia che serve per avvicinarsi a qualcosa di "nuovo" come magari può essere per alcuni questo genere musicale.  Gazzelle, artista del momento, è invece capace di raccontarsi e di farci allo stesso tempo immedesimare nei suoi testi, più che mai vicini a noi giovani d'oggi.   

Molto bene. Si torna ad evidenziare il desiderio di concretizzare questa proposta di innovazione, usando da tramite una musica che sa di nuovo, di sentimenti. Di nuovi sentimenti. Che fa guardare, insomma, al futuro.  La domanda sorge, da qui, spontanea: prospettive future per il festival?  
Il nostro è un festival che mira a crescere nel tempo: credo che quando la determinazione di un'organizzazione trova il supporto, oltre che di una comunità, anche delle istituzioni locali si possa ambire a fare sempre meglio, sperando di far divenire questo evento un vero punto di riferimento per i giovani campani. 
 
Lo sfondo, il palcoscenico di questa promessa d’innovazione, il punto di partenza – come abbiamo visto - sarà Villa San Nicola. Il background materiale e concreto che ha dato i natali a quest’idea, ne parla Antonio:
Villa San Nicola è una frazione di Cesinali. Il nostro è un paesino molto piccolo, ma sin dall' antichità ha ricoperto ruoli importanti e tutt' oggi le nostre terre ricoprono un ruolo chiave per l'approvvigionamento idrico in Campania.  
La nostra frazione può vantare un'opera architettonica moderna e hi-tech costruita recentemente. Mi riferisco alla Piazza San Nicola, il centro di aggregazione e campo sportivo, dove sono stati utilizzati materiali di ultima generazione, al fine di rendere l'intero complesso energeticamente autosufficiente e soddisfacendo egregiamente le esigenze di visitatori e residenti, con strutture socio-culturali, wi-fi zone, personal computer, angolo ristoro e video-sorveglianza. 
La Piazza è il fulcro nonché fiore all'occhiello per tutti gli abitanti e non. Durante l'estate si anima di persone pronte a condividere pensieri e interessi - noi ragazzi ci impegniamo ad organizzare forme di intrattenimento e scambi culturali, attraverso tornei sportivi ed eventi vari. Quest' anno grazie alle neo strutture, all'Amministrazione Comunale e i vari enti che ci supportano, puntiamo all'exploit con il Villa San Nicola Festival, sperando di lasciare impresso nei cuori dei partecipanti un simbolo di cooperatività, unione e divertimento. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ciclo vaccinale completo: la Campania ultima regione d'Italia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, altri due decessi al "Frangipane"

  • Cronaca

    Bambino positivo al Covid-19, scuola chiusa a Cervinara

  • Cronaca

    Sversamento illecito di acque reflue in un fondo agricolo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento