menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigna Villae protagonista sulla tavola di Emilio Fede e Corrado Ferlaino

L'azienda irpina produce vini rossi quali il Taurasi DOCG, Campi Taurasini DOC, Irpinia DOC e Campania IGT e un rosato quale il Vignarosae DOC

I vini irpini “Vigna villae” protagonisti alla manifestazione “A Tavola con il ROMA” ideata da Pietro Della Valle e realizzata con la partecipazione diretta del quotidiano che ha offerto a 33 ristoratori campani l’opportunità di presentare al meglio la loro attività, con un riscontro dei lettori che attraverso un coupon pubblicato dallo stesso quotidiano hanno potuto esprimere il proprio consenso al ristorante preferito.

L’azienda irpina produce vini rossi quali il Taurasi DOCGCampi Taurasini DOCIrpinia DOC e Campania IGT e un rosato quale il Vignarosae DOC. L’azienda produce anche vini bianchi quali ilGreco DOCG, il Fiano DOCG ed il Coda di Volpe IGT Campania
Tali vini vengono lavorati esclusivamente su vigneti di proprietà dell'azienda con un'attenta selezione delle uve, tale da conferire all'azienda una precisa identità produttiva.

I vitigni sono tutti siti nel Comune di Taurasi nelle contrade Pesano, Pezze de Preti, Case d'Alto, Paludisi, Carazita e Piano dell'Angelo da cui il nome degli omonimi vini. Per precisa scelta infatti la cantina privilegia la vinificazione per luoghi di produzione come nel rispetto dell'antica cultura enologica.

L'azienda produce anche vini bianchi quali il Greco DOCG ed il Fiano DOCG.
Le uve bianche vengono invece acquistate dall'azienda sul mercato dopo aver però controllato e seguito accuratamente la coltivazione. Tutti i trattamenti delle uve acquistate vengono effettuati secondo le direttive dell'agronomo e degli enologi dell'azienda al fine di poter avere un prodotto raffinato ed altamente equilibrato.

La serata ha visto protagonisti gli chef dei primi nove ristoranti vincitori attraverso i coupons: Rothko, L’arcadia, A Taverna ’e Masaniello, Ristopescheria Capri, Il IV Miglio, Trattoria Zazà di via San Biagio dei Librai 83, Trattoria al 22, Il Pruneto e Da Pasqualino. Questi ripartendo per la gara dallo stesso scalino hanno gareggiato proponendo de visu, un primo piatto, ad una qualificata giuria presieduta da Antonio Sasso, direttore editoriale del ROMA e composta dal famoso giornalista Emilio Fede ex direttore Rete 4 , Giuseppe Papaccioli cardiologo - geriatra, Pietro Amore imprenditore settore alimentare, Nicola Di Filippo delegato campano dell’associazione internazionale dei Discepoli di Auguste Escoffier, Giuseppe Di Napoli Gran Maestro della ristorazione - past president AMIRA Campania e Giuseppe De Girolamo giornalista enogastronomo. Presente anche l'ex presidente del Napoli Corrado Ferlaino. Il voto palese espresso dai giurati per la presentazione e l’immagine del piatto ha reso vincitore il ristorante “IV Miglio”, mentre il voto assegnato per il gusto degli stessi piatti ha portato a poter continuare la gara, come da regolamento, a tre ristoranti: “Il Pruneto” con lo chef Luigi Cotugno, “Da Pasqualino” chef Linda Gallifuoco ed ancora “IV Miglio” chef Domenico Brescia. Il confronto fra i tre sulla preparazione e presentazione di un secondo piatto alla giuria ha permesso a questa di decretare il super vincitore della serata e quindi dell’intera manifestazione “A Tavola con il ROMA”. A vincere la competizione è stato il ristorante “Al Pruneto” che ha ricevuto in premio una fornitura, del valore di mille Euro, di pasta offerta da “La Lasagnetta”. Al secondo classificato ristorante “IV Miglio” è andata una fornitura di vini offerti da “Villa Vignae” per un valore di 500, mentre il terzo vincitore ristorante “Da Pasqualino” ha ricevuto i Pomodori Pelati de “La Speciale” per un valore di 300 Euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento