rotate-mobile
Cultura

"Gli invisibili" di Laura Di Fiore: un approfondimento sulla polizia borbonica

L’evento, a cura del Comitato Irpino dell’Istituto per la storia del Risorgimento Italiano, rientra all’interno della rassegna “I giovedì della storia”

Presso l'ex Chiesa del Carmine di Avellino, si è tenuta la presentazione di “Gli invisibili” di Laura Di Fiore. L’evento, a cura del Comitato Irpino dell’Istituto per la storia del Risorgimento Italiano, rientra all’interno della rassegna “I giovedì della storia”, e ha visto la partecipazione dell’autrice, accompagnata da Leonardo Festa, e da Laura Nargi, Vicesindaco di Avellino.

Il libro: "Nasce dalla voglia di approfondire un tema, quello della polizia borbonica, soprattutto nel suo aspetto politico. La storiografia ha evidenziato come si sia verificata una situazione molto effervescente in quel periodo che ha visto contrapporsi soggetti politici con molti punti di vista e vissuti diversi".

Aspetto peculiare dello studio effettuato dalla Di Fiore riguarda la figura dell'agente segreto: "Fa parte in maniera ancestrale della nostra storia, nel momento in cui nel Mezzogiorno vi è il fenomeno dell'esulato politico. Soprattutto nel 1840, e con i moti del '48, molti meridionali, soprattutto siciliani, si recano all'estero e il Regno borbonico manda molti agenti segreti sulle loro tracce. È stato interessante seguire queste figure, in continuo viaggio nel Mediterraneo".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Gli invisibili" di Laura Di Fiore: un approfondimento sulla polizia borbonica

AvellinoToday è in caricamento