menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ariano, fedeli al Corpus Domini

Le processioni e le adorazioni prolungate celebrate in questa solennità, manifestano pubblicamente la fede del popolo cristiano in questo Sacramento. In esso la Chiesa trova la sorgente del suo esistere e della sua comunione con Cristo, Presente nell'Eucaristia in Corpo Sangue anima e Divinità

Domenica 29 Maggio si è celebrata la festività del Corpus Domini, più propriamente Solennità del Santissimo Corpo e Sangue di Cristo è una delle principali solennità dell'anno liturgico della Chiesa cattolica, è una festa di precetto, chiude il ciclo delle feste del periodo post Pasqua e celebra il mistero dell'Eucaristia istituita da Gesù nell'Ultima Cena.

La festa venne istituita nel 1246 in Belgio grazie alla visione mistica di una suora di Liegi, la beata Giuliana di Retìne. Poi, due anni dopo, papa Urbano IV la estese a tutta la cristianità dopo il miracolo eucaristico di Bolsena nel quale dall'ostia uscirono alcune gocce di sangue per testimoniare della reale presenza del Corpo di Cristo.

Numerosi i cittadini che hanno partecipato alla Santa Messa, processione e adorazione manifestando pubblicamente la fede del popolo cristiano in questo Sacramento, celebrazione presenziata da sua Eccellenza Mons. Sergio MELILLO Vescovo di Ariano Irpino-Lacedonia, presenti diversi parroci e diaconi della Diocesi, il Sindaco di Ariano Irpino Dott. Gambacorta Domenico - Presidente della Provincia di Avellino, l'amministrazione comunale, diverse autorità politiche, civili e Militari.

Le processioni e le adorazioni prolungate celebrate in questa solennità, manifestano pubblicamente la fede del popolo cristiano in questo Sacramento. In esso la Chiesa trova la sorgente del suo esistere e della sua comunione con Cristo, Presente nell'Eucaristia in Corpo Sangue anima e Divinità.

In occasione della solennità del Corpus Domini si porta in processione, racchiusa in un ostensorio sottostante un baldacchino, un'ostia consacrata ed esposta alla pubblica adorazione: viene adorato Gesù vivo e vero, presente nel Santissimo Sacramento, lungo il tragitto della processione si sono ammirati altarini allestiti in cui il Sacramento veniva esposto per qualche minuto, infine in alcune strade e quartieri in cui è transitata la processione l'esposizione delle coperte più belle sui balconi.

In alcuni vicini comuni come quello di Flumeri e Grottaminarda prima della processione sono state realizzate da parte dei fedeli delle infiorate, vere e proprie opere d'arte che ritraggano immagini sacre della Chiesa, tappeti naturali costituiti da petali di diversi fiori "rose-ginestre".

Alcune tradizioni, vogliono che i petali utilizzati per la realizzazione delle opere floreali, debbano essere freschi e raccolti all'albeggiare , inoltre oltre ad essere utilizzati come infiorate vengono disposti sull'asfalto come tappeto e lanciati sul baldacchino al passaggio del Santissimo, in onore di quest'ultimo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento