menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nonna Francesca e la forza di spegnere 103 candeline

La signora Francesca all’età di tre anni, dopo la morte del padre durante la I Guerra Mondiale, si trasferisce con la madre e i due fratelli Luigi e Giuseppe, a Mugnano del Cardinale

Superare il secolo di vita è un traguardo che si festeggia in maniera solenne. E così è stato per nonna Francesca Zito, nata a Pomigliano D’Arco il 6 agosto 1913 da Zito Gaetano e Lombardi Annunziata. Con una torta davanti e 103 candeline da soffiare, attorniata dai figli, nipoti e pronipoti fino ai suoi  concittadini.

La signora Francesca all’età di tre anni, dopo la morte del padre durante la I Guerra Mondiale, si trasferisce con la madre e i due fratelli Luigi e Giuseppe, a Mugnano del Cardinale (paese d’origine materno). Nel 1951, anno del suo matrimonio con il giovane avellano Salvatore Balletta, si trasferisce nella cittadina archeologica e dove tutt’ora vive.  Di Mugnano, ancora oggi, resta un ricordo indelebile nelle mente della centenaria. Nel 1952 dà alla luce il primogenito Francesco e nel 1954 nasce il secondo figlio Gaetano. Ha brindato alla salute coccolata dall’affetto delle persone che le vogliono bene. Auguri nonna Francesca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento