rotate-mobile
Cultura

La mostra di poesie "Quaranta" di Graziella Di Grezia diventa permanete a Carife e Vallesaccarda

Un’occasione ulteriore che il Museo Archeologico di Carife e la Banca della Memoria di Vallesaccarda mettono a disposizione del pubblico per contribuire a diffondere cultura e per valorizzare le risorse artistiche del territorio

In seguito all’enorme successo ottenuto in occasione dell’esposizione dal 18 al 24 dicembre 2022 presso le sedi del Museo Archeologico di Carife (MAC) e della Banca della Memoria di Vallesaccarda, la mostra di poesie di Graziella Di Grezia intitolata “Quaranta” diventa permanente.

Al termine dell’esperienza prenatalizia, le amministrazioni comunali hanno proposto alla poetessa avellinese di lasciare in maniera stabile le liriche in cornice, affinché i due luoghi della cultura irpina potessero continuare a includere, oltre a un enorme bagaglio storico già ampiamente apprezzato dai visitatori, anche la possibilità di spazi di lettura poetica.

Un’occasione ulteriore che il Museo Archeologico di Carife e la Banca della Memoria di Vallesaccarda mettono a disposizione del pubblico per contribuire a diffondere cultura e per valorizzare le risorse artistiche del territorio.

Grande soddisfazione e profonda gratitudine espresse dalla poetessa Di Grezia che così commenta questa importante dimostrazione di stima: "Sono orgogliosa che le mie liriche possano risiedere in maniera permanente in due eccellenze storico-culturali della nostra bella Irpinia. Non posso che dirmi grata per questa inaspettata quanto apprezzata proposta, dimostrando il mio riconoscimento alle due amministrazioni comunali nelle persone del sindaco di Carife Antonio Manzi e del direttore del MAC, e del sindaco di Valesaccarda Franco Archidiacono e del direttivo dell’Associazione Iris. E’ solo grazie a menti illuminate e orientate alla diffusione culturale che l’Irpinia potrà continuare a dimostrare tutto il suo valore e tutte le sue immense ricchezze e bellezze".

Il percorso espositivo “Quaranta” si compone di 20 poesie per sede, per un totale di 40 poesie in cornice, che corrispondono a una sintesi cronologica dell’attività editoriale della Di Grezia dal 2000 al 2022. Allo spettatore/lettore la possibilità di interagire con la poesia esposta attraverso sedute appositamente dedicate alla lettura ad alta voce, alla riflessione e alla scrittura di versi, ispirazioni e impressioni personali.

Da questo momento, dunque, le due prestigiose sedi del Museo Archeologico di Carife e della Banca della Memoria di Vallesaccarda rappresenteranno anche uno spazio espositivo poetico, per un’offerta ancora più completa e ancora più integrata tra arte, storia e cultura a tutto tondo, nell’ottica della continua diffusione dell’eccellenza irpina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La mostra di poesie "Quaranta" di Graziella Di Grezia diventa permanete a Carife e Vallesaccarda

AvellinoToday è in caricamento