Mas Fest: venerdì 19 e sabato 20 giugno l’undicesima edizione del festival

L'evento presso il Parco Santo Spirito di Avellino

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AvellinoToday

Venerdì 19 e Sabato 20 Giugno presso il Parco Santo Spirito di Avellino si terrà l'undicesima edizione del Mas Fest, il festival prodotto dall'Associazione Koinè Art Lab.

Il Mas Fest ha alle sue spalle una storia bella e longeva - ma ancora tutta da scrivere - fatta di affascinanti scoperte musicali e lodevoli iniziative, condite sempre da una festosa atmosfera di amicizia e dalla voglia di divertirsi.

L'edizione numero 11, quella del 2015, sarà un viaggio sonoro eterogeneo che toccherà tre continenti e farà assaporare il gusto e i profumi di luoghi esotici e lontani. Da bravi esploratori, però, non si può partire senza aver prima riempito lo zaino di immagini del passato, istantanee alle volte scolorite utili a ricordare momenti reali, vissuti e condivisi con l'intera comunità del Mas Fest.

Attraverso l'hashtag #wearemasfest l'Associazione Koinè Art Lab chiede a ogni amico del festival - vecchio o nuovo che sia - di convidere sui social network foto, ricordi e pensieri delle proprie esperienze al Mas Fest, sia delle edizioni passate che di quella in arrivo i prossimi 19 e 20 giugno.

La location è ancora una volta il Parco Santo Spirito di Avellino, grazie alla rinnovata collaborazione con il Comune di Avellino che ha concesso il suo patrocinio all'iniziativa: "Guardo con favore a questa iniziativa che è oramai una tradizione consolidata che si svolge nell'opportuna cornice del Parco Manganelli luogo ideale per lo svolgimento di eventi estivi", ha dichiarato soddisfatto l'Assessore alla Cultura Nunzio Cignarella.

Venerdì 19 giugno si alterneranno sul palco i locali Slaves of Love and Bones, gli italo-tedeschi Warias (con membri dei Soft Moon) e i veneti The Lay Llamas. Sabato 20 giugno sarà la volta, invece, degli avellinesi Exploders Duo, seguiti dai giapponesi Kikagaku Moyo e i meticci C'Mon Tigre, un collettivo di musicisti provenienti da ogni parte del mondo.

Per accedere all'area concerti è necessario essere in possesso della tessera dell'associazione Koinè Art Lab. La tessera, per la quale è necessario versare 2 € di contributo associativo, può essere richiesta sul sito www.masfest.it o presso Casa Mas Fest, la casetta in legno che a partire dall'1 giugno sarà collocata in Corso Vittorio Emanuele, nei pressi della Villa Comunale.

Tutte le informazioni, insieme agli ultimi aggiornamenti sul Mas Fest, saranno comunicate quotidianamente su Facebook e Twitter, i social network attraverso cui chiunque potrà prepararsi a vivere al meglio questa entusiasmante due giorni di musica condividendo i propri ricordi delle scorse edizioni.

Un ringraziamento va a Danilo Bubani, Marco Cucciniello e Michele Capaldo che anche quest'anno hanno lavorato al design e alla comunicazione visiva del Mas Fest, nonché a Lello Villiam Pulzone e Luca Caserta per la preziosa collaborazione nelle scelte artistiche.

Un nuovo capitolo di questa storia lunghissima è appena cominciato: contribuisci con i tuoi contenuti, ricordandoti di usare l'hashtag #wearemasfet. Il Mas Fest è di tutti.

I più letti
Torna su
AvellinoToday è in caricamento