menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Erasmusplus, terminato il progetto al Vanvitelli di Lioni

Sono giunti in Irpinia studenti dall'Estonia, Lettonia, Islanda e Grecia di età compresa tra i 15 ed i 18 anni, accompagnati da 7 docenti

Si è concluso con grande successo il meeting internazionale previsto dal progetto Erasmusplus KA2 “Sharing competencies in entrepreneurial learning, connecting theory with practice” (La condivisione delle competenze e l’apprendimento imprenditoriale, tra teoria e pratica) che ha visto coinvolto l’Istituto L. Vanvitelli di Lioni dal 23 al 28 Gennaio scorso, in un festoso clima multiculturale e multilinguistico, con una full immersion in lingua inglese di 13 alunni italiani e altrettanti studenti provenienti da Estonia, Lettonia, Islanda e Grecia di età compresa tra i 15 ed i 18 anni, accompagnati da 7 docenti.

Approvato dall’UE con un punteggio di 92,5/100 e partito a settembre, tra i pochi in provincia di Avellino, il progetto, fortemente voluto dal Dirigente Scolastico Sergio Siciliano, è stato proposto e coordinato dal Prof. Rocco Caruso, coadiuvato dal team di progetto.

Di durata biennale, il progetto prevede la mobilità degli alunni in Lettonia, Islanda e Grecia; l’idea principale del progetto è lo scambio tra gli alunni di esperienze imprenditoriali a livello europeo e la creazione e realizzazione di piccole start up internazionali.

L’imprenditorialità giovanile rappresenta l’argomento centrale della Strategia Europa 2020 e del Documento strategico comune della Commissione Europea-OCSE. Il progetto mira a prevenire anche l'abbandono scolastico e a promuovere la comunicazione in una lingua straniera. Gli studenti coinvolti impareranno durante le mobilità ad essere imprenditori di se stessi, a capire culture diverse e a saper lavorare in team internazionali. Saranno motivati ad aiutarsi, prendendo decisioni congiunte, sperimentando situazioni imprenditoriali concrete, condivise con gli studenti degli altri paesi partner, come è accaduto nel meeting a Lioni, dove Ann, Maiko, Guðjón, Anna, Roberts, Gunda, Zane, Zyfli, Eirini, Maria Georgia, Sóley Lóa, Svandís Perla e Arndís Ósk si sono mescolati agli alunni italiani dando vita a fantasiose start up, di cui si vedranno i prototipi nel meeting di aprile prossimo in Grecia.

La scuola coordinatrice, il Liceo Tabasalu di Harku vicino Tallinn in Estonia, ha proposto e condiviso l’idea di coinvolgere anche i docenti in prima persona, organizzando agli inizi di aprile un e-course, una tre giorni formativa sulle nuove metodologie didattiche multimediali su temi comuni a tutte le scuole, producendo “lezioni” che entreranno a far parte delle attività curricolari, da scambiare con le altre scuole partner. Le lezioni multimediali affronteranno teoria, pratica ed autovalutazione. L’inglese sarà la lingua di presentazione delle lezioni e ciò costituisce una grande opportunità per introdurre o ampliare la CLIL nelle scuole coinvolte. Un ruolo fondamentale verrà rivestito dal “coinvolgimento” delle imprese e degli enti locali di ogni Paese.

Il meeting si è aperto in un’atmosfera carica di attese e di cordialità nella mattinata del 23 gennaio scorso con il saluto di accoglienza ufficiale da parte del Preside Siciliano e del suo staff, alla presenza del Vice Sindaco di Lioni, Avv. Domenica Gallo e di tutti i docenti e gli alunni italiani e stranieri coinvolti nel progetto. Dopo una breve presentazione e uno scambio di convenevoli saluti, gli alunni sono subito divenuti protagonisti presentando e commentando a turno i lavori multimediali sulla loro nazione e sulla loro scuola.

Il fitto programma ha visto impegnati gli alunni per la maggior parte del tempo nell’approccio conoscitivo iniziale e nella successiva creazione di team internazionali misti, molto propositivi nelle loro brillanti idee imprenditoriali.

Non sono mancati momenti culturali e ricreativi, come quello offerto dall’alunno Vito Merola, di Caposele, della 5^ As IPSEOA e dalla sua “partner” Rebecca Sista di Calabritto, che hanno rapito la platea con una serie di performance di ballo di altissimo livello; anche le visite alle aziende del territorio, come Accasoftware per le tecnologie e Villa Raiano per le eccellenze enologiche della provincia hanno messo in luce nel panorama europeo le doti imprenditoriali irpine.

Gli alunni italiani ospitanti Chiara Barbone e Gerardo Della Vecchia della classe 3^ Asv, Alessia Di Paolo e Irene Viola della 3^ At, Desirée Della Vecchia e Angela Rotonda della 3^ B, Manuel Russomanno e Francesco Delli Gatti della 4^B della sede IPSEOA, Francesco Perrotta e Simone Marano della 4^ CAT della sede ITET e Rosaria Di Leo, Stefania Frieri e Chiara Fiorillo della 4^ SSS della sede IPIA hanno accolto i partner stranieri nelle loro famiglie e vedranno ricambiata la loro ospitalità nei meeting futuri. 

L'accoglienza calda e entusiasta delle famiglie e di tutto il Vanvitelli, anche nei corridoi, nelle aule, in un condiviso senso di ospitalità e positiva globalizzazione, ha contribuito a creare un’atmosfera gioiosa e spontanea, terreno fertile per la crescita del cittadino europeo. “Questa è la dimensione europea e multietnica che ci piace, piace ai nostri studenti ed è l'unica possibile. Non l'Europa del sospetto, della paura, dell'intolleranza, ma quella allegra e leggera delle giovani generazioni che con l'amicizia e la naturalezza proprie dell'età dissolvono ogni tipo di barriera” ha dichiarato molto soddisfatto il Dirigente Scolastico Sergio Siciliano.

E gli alunni, entusiasti, pronti a lavorare e ad impegnarsi, sono già proiettati ai prossimi appuntamenti previsti dal progetto –“E’ stata un’esperienza indimenticabile quella vissuta qui a Lioni, tanti ragazzi così diversi e in fondo così simili, tutti accomunati dalla stessa apertura mentale e dalla voglia di sperimentare, anche con l’inglese… Non mi aspettavo che mi sarebbe piaciuta così tanto…” ha commentato grata alla scuola l’alunna Desirée Della Vecchia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Meteo

    Meteo, marzo inizia all'insegna del sole

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento