rotate-mobile
Cultura

"Conversazioni in Irpinia", Claudia Iandolo: "Riappropriamoci dei luoghi fisici"

Ecco le parole della scrittrice, presente questo pomeriggio presso la Biblioteca Provinciale di Avellino

Si rinnova l’appuntamento con “Conversazioni in Irpinia”. Questo pomeriggio, ospite dell'iniziativa è stata la scrittrice Claudia Iandolo, accolta presso la Sala Penta della Biblioteca Provinciale “S. e G. Capone” di Avellino per parlare dei luoghi irpini all'interno della letteratura.

Il rapporto con i luoghi fisici

"Dopo due anni di pandemia in cui i momenti di aggregazione sono mancati, c'è la necessità di ritrovarsi e riappropriarsi dei luoghi fisici - sostiene Claudia Iandolo - ciò è sempre più difficile visto che, ormai, i luoghi sono virtuali e tutto accade sui social. Ma senza fisicità non c'è nulla. Non c'è amore e non c'è vita. Il messaggio che vogliamo inviare è di resistere e riprendersi i luoghi fisici, la cui mancanza è stata rimarcata dalla pandemia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Conversazioni in Irpinia", Claudia Iandolo: "Riappropriamoci dei luoghi fisici"

AvellinoToday è in caricamento