menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carnevale irpino all'Expo Milano: boom di curiosi anche dall'Oriente

A Milano la tradizione irpina ha trovato la location per mostrarsi al mondo: il gruppo dei Zompa Cardillo di Montemarano e il Ballo N'Treccio di Banzano di Montoro si sono esibiliti in Piazza Irpinia, l'area realizzata dalla Camera di Commercio di Avellino

E' una festa di suoni e colori che riesce a catalizzare l'attenzione di una gran parte di quel vasto pubblico che quotidianamente , circa 7500 persone, attraversano l'Expò di Milano. 

La tarantella montemaranese si consacra al mondo come ambasciatrice dei 100 carnevali irpini. 

E' un successo la partecipazione alla più importante vetrina mondiale promossa dall'Unpli Avellino in collaborazione con l'Unpli Campania e i gruppi carnevaleschi della provincia di Avellino.

A Milano  la tradizione irpina ha trovato la location per mostrarsi al mondo: il gruppo dei Zompa Cardillo di Montemarano e il Ballo N’Treccio di Banzano di Montoro si sono esibiliti in Piazza Irpinia, l'area realizzata dalla  Camera di Commercio di Avellino. 

Realizzato anche un dvd che ha raccolto le dichiarazioni dei rappresentanti di Pro Loco e associazioni sul territorio che realizzano ogni anno gli spettacoli carnevaleschi. La proiezione del dvd si è aperta sulle note di un madrigale del celebre Carlo Gesualdo: un messaggio chiaro che il presidente dell'Unpli Avellino, Giuseppe Silvestri, ha inteso inviare alle Istituzioni preposte perché tutelino il territorio del Comune di Gesualdo opponendosi fermamente alle trivellazioni petrolifere che "renderebbero l'Irpinia un deserto".

Nel dvd anche i contributi dei rappresentanti di EPT Avellino, Luigi Napolitano,  e della Direzione Scolastica provinciale, Rosa Grano. I figuranti in abiti tradizionali, le tammorre e l'allegria del gruppo ha coinvolto il pubblico cosmopolita che si è raccolto incuriositi intorno a Piazza Irpinia: una grande festa in cui sono rimaste coinvolte anche due suore.

Ha assistito entusiasta anche il presidente dell'Unpli Lombardia Pietro Segalini.

Dall'Irpinia attestazioni per il buon lavorar svolto dal'Unpli sono arrivate dal Presidente della Camera di Commercio di Avellino, Costantino Capone, che raggiunto al telefono ha sottolineato come la strada principale per la valorizzazione del territorio debba essere percorsa a 360° partendo dalle bellezze naturali e passando per i tanti castelli sino alle produzioni di eccellenza delle aziende.

Orgoglio per la partecipazione della tradizione irpina all'Expò è stata espressa dal Presidente Unpli Campania Mario Perrotti che si è detto emozionato e sempre più convinto che dai valori della gente sana delle aree interne può venire il rilancio del territorio regionale.

Un passo importante è stato compiuto anche verso la costituzione di un sogno portato avanti dall'Unpli Avellino e Campania insieme: una rete di carnevali che sappia unire tutte le più importanti espressioni italiane come Cento, Viareggio, Venezia. Il ponte è stato lanciato con  il carnevale di Mamoiada, paese del centro della Barbagia in Sardegna. Il carnevale di Mamoiada è uno degli eventi più celebri del folclore sardo che attira ogni anno migliaia di turisti.

Raggiunta al telefono la presidentessa della Pro Loco di Mamoiada, Giuliana Gungui, ha mostrato grande interesse verso la possibilità di fare sistema e costituire un tavolo nazionale dei Carnevali.  A lei il presidente irpino Silvestri ha donato una maschera di carnevale realizzata secondo l'antica arte del tombolo dalle sapienti mani delle maestre della scuola del Comune dii Santa Paolina.

Una maschera che è stata indossata anche da una giovane turista giapponese che insieme al marito sono stati indicati dalla folla festante a simbolo del carattere universale del carnevale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È in Campania "zona gialla" che si tradisce di più: i dati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento