Cultura

L'Irpinia alla Bit di Milano: relegati sempre ad ultimi in Campania

La Bit rappresenta una delle manifestazioni leader in Italia per il turismo e se non dai la giusta visibilità ad una zona non puoi certamente pretendere di avere un ritorno turistico

Relegati sempre ad ultimi. Il bilancio per l’Irpinia alla Bit di Milano non è sicuramente dei migliori. La Regione Campania, continua a non avere attenzione verso l’area interna. Non basta l’entusiasmo e il lavoro dell’associazione IrpiniaMood presente a Milano a rappresentare parte di un’Irpinia dalle buone potenzialità ma dimenticata dalle Istituzioni. La fotografia esatta è lo spazio espositivo: un banchetto piccolo in un angolo dello stand della Regione Campania.

Eppure per l’assessore Corrado Matera: “Il turismo in Campania sta cambiando volto grazie a strategie condivise, coordinate e di respiro internazionale attraverso le quali la nostra Regione sta diventando sempre più una meta turistica per l’intero arco dell’anno”. La Bit rappresenta una delle manifestazioni leader in Italia per il turismo e se non dai la giusta visibilità ad una zona non puoi certamente pretendere di avere un ritorno turistico. Eppure l’Irpinia dei castelli, dei vini, dei percorsi religiosi, archeologici potrebbe interessare una nicchia di turisti. Manca una vera programmazione e soprattutto il sistema di fare rete. Si può dire che in Irpinia si è all’anno zero e non si intravedono da parte delle Istituzioni maggiori sforzi decisivi per invertire la rotta.

I comuni, pur di far emergere le proprie bellezze si organizzano da soli. Esempio è la presenza tra i buyer,del presidente dell’associazione Alternative Tourism Carmine Lup che ha intrattenuto rapporti con tour operator e rappresentanti delle istituzioni distribuendo sia la guida turistica che il libro illustrativo della storia di Avella. Oppure dell'associazione Europa 2000 dell'avvocato Franco Campana che insieme alla fondazione Fair Play ha presentato in conferenza stampa il programma degli eventi del 2018 che vedrà anche Montecalvo coinvolto con Pianeta Donna progetto Campioni di fair play "uomini ed eroi" l'editoria e la cinematografia sportiva.

C’è chi spera nella prossima istituzione dei distretti turistici e dei siat che andranno a sostituire i vecchi ept.

Il dottor Luigi Raia, commissario dell'agenzia regionale per la promozione del turismo, presente alla tre giorni ha avuto vari incontri e si è mostrato molto possibilista per il futuro ribadendo che si punterà effettivamente sui comuni che hanno a cuore il turismo e lo sviluppo della zona. Finalmente un barlume di speranza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Irpinia alla Bit di Milano: relegati sempre ad ultimi in Campania

AvellinoToday è in caricamento