menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Teatro, il pubblico firma il suo atto d'amore alla prima del Gesualdo

Paolini protagonista sul palcoscenico con il suo lavoro Numero Primo.

Oltre 300 spettatori hanno salutato l’apertura della stagione al Teatro Gesualdo di Avellino, accogliendo con il solito calore che da quindici anni contraddistingue il pubblico avellinese il maestro Marco Paolini, protagonista sul palcoscenico con il suo lavoro Numero Primo.

L’artista di Belluno ha incantato la platea con il suo monologo futuristico, raccogliendo applausi a scena aperta e tanti consensi anche alla fine della rappresentazione.

Come aveva preannunciato alla vigilia del debutto, Marco Paolini ha voluto mantenere la promessa di sottoscrivere l’atto di responsabilità per l’apertura della stagione teatrale, condividendolo con il pubblico in sala, che ha invitato a siglare quello che, idealmente, ha indicato come un atto d’amore per il teatro della propria città, un teatro che vive grazie al suo pubblico.
Ed il pubblico di Avellino ha risposto all’invito, sottoscrivendo all’uscita dalla platea insieme a Paolini quello che è un vero e proprio manifesto per la cultura.

Questa mattina, Marco Paolini replicherà lo spettacolo per gli alunni delle scuole di Avellino.

Intanto, dopo l’anteprima con il Teatro Civile, ci si prepara alla prima ufficiale della stagione 2016/2017 in programma giovedì 24 novembre  con Vincenzo Salemme, un amico del Teatro Gesualdo, che presenterà il divertente spettacolo “Una festa esagerata”.

La rappresentazione è inserita sia nella rassegna Grande Teatro (repliche il 24 e 25 novembre alle ore 21) che nella rassegna  RED (il 26 novembre alle 21 e il 27 novembre alle 18.30), per le quali va avanti la campagna abbonamenti, che si chiuderà rispettivamente il 24 e 26 novembre.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento