Cultura

L’associazione “Il bucaneve” di Avellino presenta “Origami”, un romanzo di Sabatina Napolitano

Lunedì 21 marzo Maria Ronca, sociologa e presidente dell’associazione “Il bucaneve” di Avellino presenterà “Origami”, un romanzo di Sabatina Napolitano, poeta, critica e scrittrice. Il romanzo è tra i presentati al premio strega 2022

Lunedì 21 marzo Maria Ronca, sociologa e presidente dell’associazione “Il bucaneve” di Avellino presenterà “Origami”, un romanzo di Sabatina Napolitano, poeta, critica e scrittrice. Il romanzo è tra i presentati al premio strega 2022. 

Chi è Sabatina Napolitano?

"Sabatina Napolitano è una affamata di vita. Nata a La Maddalena, in Sardegna e vissuta da isolana rivendicando sempre la sua autonomia di pensiero come strumento di libertà. Il cognome, Napolitano, viene dal padre originario di Avella. È molto legata alla nonna Chiara di Avella, che ora non c’è più e alcuni suoi zii vivono attualmente ad Avella. È diventata dopo molti anni una scrittrice, ma questo lo hanno detto gli altri, alcuni critici seri che si sono già espressi con immenso entusiasmo e alcuni amici che aspettavano con cura questa perla di letteratura, come definiscono il romanzo". 

Abbiamo saggiato l'essere poeta, oggi come coniuga tutte le sue attività?

"Il romanzo coniuga il senso umanitario, la rabbia e la grazia che il progetto porta in sé dal principio. Esiste la critica, la poesia e la letteratura per forza di cose in queste pagine. Il pensiero più opportuno è che una certa gioia della responsabilità ha mosso questo sogno che va via via realizzandosi. Cercare di capire cose nuove, nature degli uomini sotto un altro punto di vista, questo coniuga le tre nature della critica, della saggista e della scrittrice. Non esiste solo la natura manipolatoria in alcuni esseri viventi, costretti quindi a subire sotto l’onta degli oppressori, anzi, in “Origami” la forza intellettuale dirompe e scardina le facili faziosità, molto spesso ininfluenti sul piano cosmico e destinico. La grande letteratura è influente sul piano cosmico come una croce e un gioco e questo ne è il fascino sotteso. Il vero fallimento consiste nel vincere facile usando mezzuggi mentre vincere è sempre conservare in ogni ambiente la verità e la nobilità di avercela fatta secondo i propri meriti e secondo le proprie competenze". 

“Origami" da cosa nasce? 

"Origami nasce da un percorso straordinario di studi, d'incontri con i colleghi, di amore e di condivisione. È l’amore per le biblioteche che mi ha guidata sopra tutte le cose. L’infinito amore per la letteratura. Ecco col mio romanzo sono come la ex, e come quella futura, ma anche quella presente. Non mi accontenterei di essere bella di giorno, o potente. Mi piacerebbe essere benedetta di giorno, di notte e sempre. E credo sì vivamente che questo romanzo faccia capo a un progetto benedetto, poetico e validissimo. Questo è confermato da molte mail di grandi autori che mi spronano ad andare avanti per la trama meravigliosa, e ricca di mistero". 

Cosa si aspetta Sabatina Napolitano? 

"Da me ci si aspetta molto, e questo spaventa. Sono al centro di dinamiche differenti ma sono molto amata. Per questo desidero ringraziare quanti mi stimano e quanti ancora pensano alle diverse letture del romanzo, la forza di uno scrittore sta nei lettori". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’associazione “Il bucaneve” di Avellino presenta “Origami”, un romanzo di Sabatina Napolitano
AvellinoToday è in caricamento