menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I Nobel a Biogem per "Le due Culture", si parte con Takaaki Kajita

Anche quest'anno il meeting vedrà alternarsi protagonisti mondiali delle scienze esatte

Partirà oggi 7 settembre l'ottava edizione del Meeting "Le Due Culture", che vedrà sfilare presso il Centro di ricerche Biogem di Ariano Irpino intelligenze mondiali nei campi delle scienze cosiddette "esatte" e delle scienze "umane". L'iniziativa giunta all'ottava edizione ha come filo conduttore un'affermazione di Karl Popper: "Tutti gli animali, io pure, si esprimono". Al centro del dibattito quindi il delicato rapporto tra mondo umano e mondo animale, nel tentativo di esplorare le rispettive peculiarità e le reciproche contaminazioni. Ospiti d'onore due Premi Nobel: in apertura il giapponese Takaaki Kajita, Premio Nobel per la Fisica nel 2015 ed in chiusura lo svizzero Werner Arber, Premio Nobel per la Medicina nel 1978. Prima che si alzi il sipario sulla manifestazione sarà inaugurata la mostra fotografica Le Georgiche di Virgilio. Alle 16.30 Enrico Alleva relazionerà su Il Fattore di crescita nervosa, mentre\alle 17.30 lo scrittore Antonio Pascale parlerà d'amore in una chiave originale. Alle ore 18.15 occhi puntati su Expression of concepts, language and communication in physics con il Nobel Takaaki Kajita intervistato da Antonio Ereditato. E ancora alle 19.00 lo storico della musica Paolo Isotta spiegherà come "Gli animali cantano. Da Wagner a Colette". Si prosegue domani alle ore 16.30 con "L'artista e gli animali. Considerazioni sulla pittura di genere" di Pierluigi Leone de Castris Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli. Alle 17.30: "Piccoli equivoci tra noi animali. Siamo sicuri di capirci con le altre specie?". Relaziona Giorgio Vallortigara Università degli Studi di Trento. Poi domenica 11 settembre sarà la volta di un altro premio Nobel, alle ore 18.15: "Insights into the laws of Nature for biological evolution con Werner Arber Biozentrum, University of Basel, insignito del Premio Nobel per la Medicina nel 1978 insieme a Daniel Nathans e Hamilton O. Smith "per la scoperta degli enzimi di restrizione e la loro applicazione ai problemi della genetica molecolare". Al termine di ogni giornata sono previsti percorsi letterari, artistici e musicali, oggi in scena il concerto del Maestro Nazzareno Carusi. Anche quest'anno, inoltre, sarà assegnato il premio letterario "Maria Antonia Gervasio" all'opera, giudicata la migliore interprete dello spirito delle "due culture", tra quelle edite in Italia nel biennio 2015-2016.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento