menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tra pop e blues Britti conquista Avellino

Corso Vittorio Emanuele gremito per l'unico evento del Ferragosto avellinese

Alex Britti incanta Avellino. Boom di presenze per il cantautore che ha cercato di risollevare le sorti di questo Ferragosto sottotono.
L’artista romano in tour con il suo ultimo album “In nome dell’amore”  ha suonato per circa due ore, spaziando tra un vasto repertorio di brani: dalle ultime hit in classifica fino alle ballate più  popolari degli esordi.
Corso Vittorio Emanuele era gremito, fin dal primo pomeriggio  i fan più  accaniti hanno preso posizione in attesa che il loro beniamino aprisse le danze. Nessuno ha voluto perdersi il concertone 2016, l’unico evento che il Comune è riuscito a mettere in piedi.


Il  cantautore romano, accompagnato dal basso elettrico di Fabrizio Sciannameo e dalla batteria di Manuel Moscaritolo, ha intonato i pezzi del suo ultimo anno, da "Immaturi", al singolo che dà il titolo all'album, a "Perché" brano in cui si interroga sulla violenza consumata tra le mura domestiche contro le donne. Poi ancora "Gelido", "Fino al giorno che respiro", "Come chiedi scusa", "Un attimo importante", "Cinque petali di rosa", "Da piccolo", "Piove", "Ti scrivo una canzone", "Tra il Tevere e il blues", "Milano", "Se non ci sei", "Le cose che ci uniscono", "Fortuna che non era niente", "Lo zingaro felice", "Una su 1.000.000", "Perché", "Bene così", "Jazz", "Baciami e portami a ballare" e ovviamente non è  mancato il tormentone che lo ha portato al successo “Solo una volta”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Disfunzioni idriche in Irpinia: l'avviso di Alto Calore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento