rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cinema

Film "Oinos…l'oro d'Irpinia", il regista Di Nenna: "Oggi il turismo si fa attraverso il cinema"

Presentata questa mattina l'opera cinematografica incentrata sul vino e sull'enoturismo, nata dalla collaborazione tra il regista Modestino Di Nenna e l'Istituto Agrario di Avellino, allo scopo di promuovere il territorio irpino ed uno dei suo prodotti d'eccellenza

Vino ed enoturismo sono i temi al centro del progetto cinematografico "Oinos…l’oro d’Irpinia", presentato questa mattina presso l’Aula Magna dell’Istituto Agrario e per Geometri "F. De Sanctis - O. D'Agostino". Il film, che sarà diretto e prodotto da Modestino Di Nenna, verrà lanciato sui principali canali mediatici televisivi e sui supporti digitali allo scopo di raccontare e valorizzare il territorio irpino attraverso uno dei prodotti di punta e di qualità dell’agroalimentare locale, il vino.

Alla presentazione odierna hanno partecipato il dirigente scolastico Pietro Caterini, l’ideatore del progetto cinematografico il regista Modestino Di Nenna e l'attore partenopeo Antonio Fiorillo, artista poliedrico di fiction televisive e film prodotti da registi del calibro di Pupi Avati e Angelo Antonucci.

Storia di due imprenditori scozzesi in Irpinia

Il film racconta, in chiave comica-documentaristica, la storia di due imprenditori scozzesi che, sull'orlo del fallimento causato dalla pandemia Covid-19, decidono di investire nell'enoturismo in Irpinia. Arrivati qui, visitano il territorio della provincia e coinvolgono tutte le cantine presenti. "Il preside Caterini ha subito sposato il progetto, essendo una persona lungimirante che comprende che oggi il turismo si fa attraverso il cinema" afferma il regista Modestino Di Nenna.

Il dirigente scolastico Pietro Caterini ha spiegato come è nata l'idea di un'opera filmica sull'enoturismo: "Nel momento in cui il regista Modestino Di Nenna mi ha proposto questo progetto, l'ho accolto subito perchè valorizza la zona vitivinicola del nostro territorio. Alcune delle scene dell'opera cinematografica saranno realizzate nelle cantine, anche in quelle dell'istituto agrario. 

Il cinema come strumento di promozione del territorio

"Se tutti riuscissimo a capire l'importanza della realizzazione di un film sul vino in Irpinia, ci sarebbe una svolta per la nostra provincia" dice il regista. Anche i casting rappresenteranno, secondo Di Nenna, un'occasione per far conoscere l'Irpinia in Italia: "Lanceremo un comunicato sulle riviste specializzate di casting a livello nazionale, così qui arriveranno centinaia di ragazzi provenienti da tutta Italia. Il casting sarà organizzato presso l'istituto agrario". 

Tutte le riprese saranno ambientate in Irpinia che, per l’occasione, diventerà location principale di ogni ciak previsto per tutto il film. Ogni ambientazione sarà accuratamente studiata e selezionata dallo staff tecnico del film, la quale sarà impegnata a mettere in connessione e a valorizzare, nella maniera più autentica, le aziende, gli enti pubblici e privati che vorranno sostenere e a disposti a finanziare “Oinos…l’oro d’Irpinia”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Film "Oinos…l'oro d'Irpinia", il regista Di Nenna: "Oggi il turismo si fa attraverso il cinema"

AvellinoToday è in caricamento