Lunedì, 2 Agosto 2021
Cinema

La ripartenza del Movieplex tra estate ed emergenza Covid: "Vogliamo metterci alle spalle questo periodo"

Il direttore del Movieplex di Mercogliano, Aniello Menna, ha raccontato ai nostri microfoni le sue sensazioni e le iniziative in programma nel periodo estivo: "Il nostro calendario è ricco e tutto da scoprire. La mia preoccupazione è che a ottobre saremo di nuovo i primi a chiudere"

Tra i settori economici e culturali più colpiti dall'emergenza Covid-19, il mondo delle sale cinematografiche ha, recentemente, ripreso la propria attività, sebbene il periodo estivo e le misure imposte impediscano, almeno per il momento, un ritorno alla piena normalità. La speranza, tuttavia, è quella di poter contribuire, con un'accurata programmazione e calendarizzazione delle uscite, a risollevare un'industria che, mai come negli ultimi mesi, ha subito il più duro colpo inferto dalla pandemia.

AvellinoToday ha intervistato Aniello Menna, direttore del Movieplex di Mercogliano, il quale ci ha raccontato le sue sensazioni e le iniziative in programma nel periodo estivo, con un focus su quel che sarà nei prossimi mesi e sulle possibilità di rilancio di un'attività messa a dura prova.

Il Movieplex ha riaperto: molte persone hanno deciso di ritornare in sala per vedere nuovi film. Che atmosfera si respira e, soprattutto, come sta andando la ripresa?

"A differenza della riapertura dell'anno scorso, quest'anno l'abbiamo vissuta in maniera diversa: innanzitutto, vi è stata disponibilità, da parte della distribuzione, di mettere a disposizione una certa produzione cinematografica. L'anno scorso, avevamo riaperto con film che erano già stati visti sulle varie piattaforme on demand: pellicole, dunque, per lo più già viste. Quest'anno, vi è stato un accordo con la distribuzione e con le varie associazioni di settore, in primis con l'Anec (Associazione Nazionale Esercenti Cinema, ndr), per fare in modo che i cinema potessero proiettare film e le sale riaprire. Le persone sono venute con maggior tranquillità e serenità, non avevano quel terrore causato dalla cattiva pubblicità sul cinema. E vi posso garantire che, a differenza di molti altri luoghi chiusi, come supermercati e negozi di abbigliamento, le misure vengono rispettate e il distanziamento è un qualcosa di reale: l'acquisto del biglietto avviene online e lo spettatore non ha alcun contatto diretto con nessun altro. Lo stesso sistema di acquisto online prevede che, quando l'utente seleziona un posto, attorno a esso si crea il 'vuoto', senza che vengano bloccati posti vicini. Inoltre, ogni sala dispone di un sistema di areazione, detto UTA, dotato di bocchettoni che spingono l'area dall'alto verso il basso, fin sotto lo schermo, impedendo che un eventuale contagio possa propagarsi. Eppure, la cosa più strana è che, in tutti questi mesi, si sono spese poche parole nei confronti del cinema: nel 2020, non ho sentito nessuna persona che spiegasse con chiarezza il Dpcm allora in vigore".

Le perdite avute nell'ultimo anno e mezzo sono state, senza dubbio, ingenti: pensa che, con la voglia delle persone di ritornare al cinema, si possa rimediare in parte o, addirittura, pareggiare il danno economico subito dalla pandemia?

"Attualmente, è impensabile mettere una pezza al danno. È vero che le case di distribuzione, in questo momento, stanno mettendo a disposizione delle sale cinematografiche dei prodotti per riavviare il mercato, ma c'è da dire anche che siamo in estate e, già di per sé, il cinema lavora poco. Stanno influendo, in questo periodo, anche le partite della Nazionale italiana di calcio: sono eventi talmente seguiti che, in un certo senso, è anche giusto e comprensibile che le persone si riuniscano, negli spazi all'aperto, per assistere alle gare. Indubbiamente, poi, il caldo e le vacanze sono altri fattori negativi. Tuttavia, quelle persone che vengono oggi fanno registrare numeri in misura maggiore rispetto al giugno 2020. Dobbiamo attenerci anche alle norme: il protocollo, oggi, prevede che noi non possiamo superare il 50% della capienza massima, per cui, ad esempio, in una sala di 200 posti sono ammesse al massimo 100 persone".

L'anno scorso, si è riaperto, per poi chiudere di nuovo. Ha il timore che ciò possa ripetersi?

"Io mi auguro di no, ma la preoccupazione c'è. È vero che, a differenza dell'anno scorso, adesso ci sono i vaccini: bisogna vedere se effettivamente questo vaccino, con l'apertura delle scuole, abbia effetto. Mi auguro che, quest'anno, le classi possano ripartire in presenza a settembre. La mia preoccupazione è ritrovarci di nuovo chiusi a ottobre, nel periodo in cui il cinema fa i maggiori incassi. Spero che il 2020 e l'inizio 2021 possiamo metterceli definitivamente alle spalle, ma purtroppo non dipende da noi. Anzi, il rischio è che a chiudere per primi potremmo essere di nuovo noi".

Infine, qual è il programma estivo che il Movieplex propone in questo periodo di ripresa?

"Come detto pocanzi, le distrbuzioni hanno calendarizzato le uscite per coprire l'intero periodo estivo. Si è partiti con Crudelia il 28 maggio e con The Conjuring - Per Ordine del Diavolo il 2 giugno. Oggi, abbiamo l'uscita di Black Widow. Il 14 luglio, c'è un'altra proiezione importante della Universal, il film di animazione I Croods 2 - Una nuova era. Per il mese di agosto, sempre la Universal ha dato la disponibilità a proiettare per due giorni in anteprima, il 3 e 4 agosto, Fast & Furious 9, la cui uscita è prevista per il 18 agosto. Il 5 agosto, è la volta di un altro film di punta della Warner Bros, Suicide Squad 2, fino ad arrivare, a fine agosto, al film di Albanese, Come un gatto in tangenziale - Ritorno a Coccia di Morto. A inizio settembre, usciranno After 2 di Rai Cinema e Hotel Transylvania 4 della Warner Bros. A fine settembre, infine, dovrebbe uscire 007 No Time to Die, la cui proiezione è già stata diverse volte spostata dal 2020 a oggi. Il calendario è ricco e tutto da scoprire".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La ripartenza del Movieplex tra estate ed emergenza Covid: "Vogliamo metterci alle spalle questo periodo"

AvellinoToday è in caricamento