Domenica, 14 Luglio 2024
Eventi Atripalda

Apre al pubblico il MAG-Mastroberardino Art Gallery

L’esperienza del visitatore delle antiche cantine di Atripalda si arricchisce grazie ad una articolata collezione di opere d’arte da oggi accessibile al pubblico

Un piccolo tesoro, dai mosaici alle tele, dai bronzi ai bassorilievi, a testimoniare il naturale e profondo legame tra vino e arte, mondi accomunati dall’inesauribile tensione creativa dell’uomo.  In via Manfredi, ad Atripalda, apre al pubblico il MAG-Mastroberardino Art Gallery. 

Di seguito la presentazione a cura di Piero Mastroberardino. 

Ci sono spazi che è arduo circoscrivere entro un’unica vocazione. Ambienti che dalle origini si mostrano avvezzi ad accogliere svariate forme di rappresentazione dell’agire umano e sociale.

Così è per questo luogo. È Lavoro ed è Casa, è Tecnica e insieme Arte.

Come il Lavoro non prevarica gli affetti, così la Casa non è un vincolo per l’intrapresa. Come la Tecnica non ostracizza la creatività, così l’Arte non costringe l’intelletto. Tali apparenti antinomie si ricongiungono, si fondono senza attriti. E donano la sensazione plastica di come uno spazio sia il frutto di chi lo vive, lo interpreta, lo esperisce.

Dunque, una cantina dal sapore antico può, tra i secoli e tra i giorni, divenire palcoscenico di linguaggi diversi per origine geografica, formazione, cultura, forme espressive. Questo luogo si è prestato a narrare le gesta di una famiglia imprenditoriale d’Irpinia che lungo tante generazioni ha agito, giorno dopo giorno, ricostruendo a posteriori un filo rosso di coerenza coi valori della propria terra.

È da questa convergenza che scaturisce, a un certo punto della storia, l’idea di integrare l’espressione artistica nel percorso tipico delle tecniche, figlie di un sapere antico che sedimenta nei luoghi e nelle pratiche degli uomini e che si nutre, per manifestarsi, dell’inesauribile apporto della creatività dell’uomo.

Grandi interpreti del successo di questa impresa familiare hanno saputo riempire di contenuti questi ambienti, ma una figura in particolare ha donato la sintesi di cui oggi godiamo.

Antonio Mastroberardino, noto come l’uomo della tecnica per eccellenza tra i vari esponenti delle diverse generazioni di famiglia e oltre quei confini, è in realtà colui che più di ogni altro è vissuto animato dalla passione per il gusto del bello. Ed è con lui che ho avviato questo percorso, negli anni Ottanta dello scorso secolo, di selezione, raccolta, esposizione di opere di diversi artisti negli ambienti, sempre integrati insieme, di lavoro e di casa Mastroberardino.

Tra le molte opere, alcune più significative per il senso che hanno avuto in questa nostra storia sono qui catalogate e presentate ai nostri amici in visita. È ovviamente un percorso in costruzione, poiché la raccolta di opere d’arte non ha fine. Nel pamphlet che funge da catalogo al percorso espositivo mi dedico a fornire pochi, sintetici dettagli per ciascuna di esse, lasciando poi all’animo di chi osserva il privilegio di decrittare quei messaggi e farli propri.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apre al pubblico il MAG-Mastroberardino Art Gallery
AvellinoToday è in caricamento