menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il De Gruttola una scuola inclusiva, ragazzi speciali uniti dalla passione per la cucina

Con...Tatto con gusto, ad Ariano il full day dedicato all'inclusione sociale

 Si è conclusa con una grande festa la terza edizione di Con…tatto con Gusto il progetto dell’Istituto Alberghiero De Gruttola, patrocinato da Special Olympics Campania.

Un progetto di inclusione che nel corso dell'anno ha coinvolto in orari extra-scolastici gli alunni normodotati e diversamente abili dell’Istituto e i giovani Speciali della Fondazione Mainieri di Ariano Irpino in un percorso rivolto a valorizzare non solo la cultura enogastronomica e le tradizioni del nostro territorio ma anche a modificare i propri modelli di riferimento.

"Abbiamo raggiunto l'obiettivo che ci eravamo prefissati: superare le diversità - esordisce la Prof. Ssa Anna Petriello - La scuola non deve dare solo nozioni didattiche, ma deve essere comunità educante ed inclusiva. L'istituto De Gruttola è così, una scuola inclusiva che interagisce con gli attori presenti sul territorio. Ringrazio per questo tutti coloro hanno aderito a Con.. TATTO con gusto contribuendo alla riuscita di un'iniziativa di crescita e di confronto per i nostri ragazzi".

Alla Prof.ssa Petriello gli fa eco il preside Petrosino, orgoglioso di un progetto di successo che ha avuto il suo epilogo in un momento di festa in cui gli studenti hanno cucinato per i docenti alla presenza anche del sindaco Mimmo Gambacorta e il Presidente della Provincia Domenico Biancardi. 

"Questa manifestazione è un fiore all'occhiello della nostra scuola. Una scuola che dà lavoro perché insegna delle competenze molto richieste sul mercato del nuovo millennio. I nostri ragazzi finito il percorso di studi vengono subito inseriti nel mondo del lavoro. Con.. Tatto con gusto ha permesso loro di confrontarsi e di crescere in una esperienza in cui la cucina ha abbattuto ogni diversità". 

In questi mesi la cucina è stata lo strumento privilegiato per favorire e consolidare le competenze apprese in un contesto formativo di condivisione, confronto continuo e flessibilità e crescita. Merito anche di professionisti esterni e interni alla scuola come e lo chef della Pignata in Bellavista Guglielmo Ventre, il quale ha sposato dal primo istante un progetto di crescita sociale per l'intera comunità.

"I ragazzi si sono integrati benissimo - esordisce Ventre - hanno lavorato bene e hanno avuto modo di confrontarsi tra di loro. Inclusione vuol dire questo, stare insieme, conoscersi, solo così atttaverso la conoscenza dell'altro è possibile superare le diversità. È stata un'esperienza fantastica non solo per loro, ma anche per noi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento