menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cosa fare a Ferragosto per chi resta in città

Ecco gli appuntamenti selezionati per vivere un Ferragosto alla scoperta dell'Irpinia

Per chi resta in provincia a Ferragosto c'è la possibilità di scegliere tra una rosa di appuntamenti entusiasmanti che arricchiranno le vostre giornate dedicate all'ozio e al divertimento.

FLUMERI - Il 15 e il 16 agosto festa in onore del patrono San Rocco con la tirata del giglio. E ' questa una delle più grandi manifestazioni di arte popolare di Flumeri, che si tramanda da diverse generazioni. La costruzione del Giglio è effettuata come segno di fedeltà dei flumeresi verso il loro Protettore. Il Giglio di spighe di grano rappresenta il simbolo più evidente della cultura contadina, del folklore e della storia civile e religiosa di Flumeri. La cerimonia dell'alzata precede di qualche giorno la traslazione, che avviene il 15 agosto. La prima operazione concerne l'attacco delle funi alla struttura del Giglio mediante le quali i "funisti" sollevano l'obelisco con l'ausilio degli altri fedeli. La fase più spettacolare riguarda il trasporto nel centro abitato del Giglio che viene lentamente trainato da un trattore con l'aiuto dei funisti, i quali debbono equilibrare le oscillazioni dell'obelisco, che viene depositato davanti la chiesa di San Rocco, dove rimane per tutto il mese di agosto.

MONTEVERDE - Un'idea per un ferragosto alternativo è il grande spettacolo dell'acqua sulla cornice della meravigliosa oasi naturalistica del lago di San Pietro. Ad affascinarvi ci saranno vere e proprie coreografie costruite sul lago, che per lungo tempo è stato il luogo di vita di San Gerardo Maiella, "il santo amico dei poveri". Non a caso, infatti, lo spettacolo si ripete ogni estate, proprio per commemorare e rendere omaggio al santo. Qui danzatori e voci narranti di celebri attori faranno da sfondo ad un incredibile movimento dell'acqua che creerà effetti particolari e forme, insieme alle luci, alla poesia e alla musica.

SAN POTITO ULTRA - Il 15 e il 16 agosto un altro gustosissimo evento attira i golosi nell'avellinese: è la Sagra della Castagna e del Cinghiale. Come ad ogni sagra che si rispetti, ci saranno tantissime specialità del territorio irpino da gustare, ci si potrà divertire con buona musica popolare e partecipare alle passeggiate ecologiche per i sentieri di campagna del paese. Si potrà, inoltre, visitare il piccolo borgo con le sue chiese e il museo.

PRETURO - Termina il 15 agosto Pianeta Ramata, la kermesse dedicata alla cipolla ramata IGP di frazione di Preturo di Montoro. Un evento in cui sarà possibile scoprire e degustare i migliori piatti e vini della tradizione campana, con particolare attenzione alle tante declinazioni della cipolla Ramata, prodotto d'eccellenza della zona.

TAURASI - Il 15 agosto è l'ultimo giorno disponibile per vivere la magia di Enologic Taurasi. Ad attendervi spazi espositivi, artigianato locale, stand enogastronomici, concerti e ovviamente tanto buon vino. Inoltre all'interno del castello potrete vivere un momento di alta gastronomia con le serate culinarie di chef rinomati e le degustazioni delle migliori cantine vitivinicole della zona.

BAGNOLI IRPINO - In occasione della festa di San Rocco il paese si colora di folklore con l'evento della "vacca di fuoco", un tempo forse legato alla tradizione pagana per ringraziare o per propiziare il raccolto. La vacca di fuoco è una rappresentazione in cartapesta dell'animale, dove vengono applicati fuochi d'artificio. Essa viene trasportata nella piazza centrale, dove poi viene accesa. E' un appuntamento suggestivo in cui convivono il sacro e il profano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento