Piano di sviluppo strategico della Zes, Grasso chiede a Gambacorta di istituire un tavolo tecnico

La Zes è uno strumento che consente una più intensa crescita dei porti e delle aree industriali e logistiche delle zone retro portuali nonché delle infrastrutture e della mobilità regionale

La Campania è la prima Regione a dotarsi del Piano di sviluppo strategico della Zes che con successivo decreto del presidente del Consiglio sarà istituita e immediatamente operativa. Il Piano di sviluppo strategico contiene, in particolare, le attività di specializzazione territoriale che si prevede di rafforzare e che dimostrano la sussistenza di un nesso economico-funzionale con le aree portuali; l’individuazione delle semplificazioni amministrative di per la realizzazione degli investimenti che la Regione ha già adottato e si impegna ad adottare per le iniziative imprenditoriali localizzate nella Zes, l’indicazione delle agevolazioni e delle incentivazioni che possono essere concesse dalla Regione. La Zes è uno strumento che consente una più intensa crescita dei porti e delle aree industriali e logistiche delle zone retro portuali nonché delle infrastrutture e della mobilità regionale.  “L’approvazione da parte della Giunta della Regione Campania del Piano di sviluppo strategico della zona economica speciale (Zes) – dice il Presidente di Cidec Avellino, Nicola Grasso –  è un’ottima notizia per le aziende avellinesi e campane. La nostra è la prima regione a dotarsi di questo strumento di valenza strategica e fondamentale per lo sviluppo del territorio. Le Zes sono un'opportunita' importante perche' garantiscono la defiscalizzazione degli oneri sociali per gli investitori, prevedono il credito d'imposta, ma non bisogna perdere tempo e chiediamo al presidente della Provincia Gambacorta di istituire un tavolo tecnico con i Sindacati e le Associazioni di categoria, per allargare le Zes in provincia di Avellino alle aree come quella del territorio dove è prevista la stazione Hirpinia della Alta Velocità e del PIP di Ariano Irpino, cerniera a Nord-Est tra Campania e Puglia, che debbono assolutamente entrare negli altri 300 ettari da comprendere nella Zes della Campania, ancora da assegnare da parte della Regione Campania”.


 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola, caos e rabbia ad Atripalda: 'volano stracci' tra la dirigente e le mamme

  • Sabato sera di sangue, incidente mortale sul raccordo Salerno-Avellino

  • Incidente mortale sul Raccordo Avellino-Salerno: le immagini del drammatico sinistro

  • Violenta aggressione ad Avellino, dipendente di un bar finisce all'ospedale

  • Sole 365 inaugura ad Avellino, ecco le posizioni di lavoro aperte

  • Incidente mortale, il dolore degli amici di Emanuele

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AvellinoToday è in caricamento