Il mondo del vino rischia il crollo se non riaprono i ristoranti, Cotarella scrive a Conte

Il Presidente Assoenologi, enologo di importanti cantine irpine chiede aiuto per un comparto in forte difficoltà

Il presidente di Assoenologi, Riccardo Cotarella, scrive al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, chiedendo di "aprire una nuova riflessione" così da anticipare la riapertura dei ristoranti.

"Il prolungamento della chiusura delle attività ristorative almeno fino al prossimo primo giugno rischia, a mio avviso e dei soci che rappresento, di mettere in seria difficoltà non solo gli imprenditori della ristorazione, ma anche il comparto enologico nazionale".

Così inizia la lettera indirizzata al premier all'indomani delle comunicazioni in merito alla Fase 2 dell'emergenza coronavirus.

"Molte delle cantine presenti sul territorio del nostro Paese - ha aggiunto Cotarella - sono fortemente legate alle attività di ristoranti, enoteche e locali tipici che tanto caratterizzano il commercio, il turismo e la vita sociale dal Nord al Sud dell'Italia". "Comprendo - ha scritto ancora il presidente degli enologi - che la situazione a cui lei e il suo Governo siete chiamati a gestire e fronteggiare non sia semplice, ma il timore è, a fronte di queste misure, di vedere scomparire un pezzo di Italia che fino a due mesi fa ha lavorato e investito per mandare avanti le proprie aziende".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cotarella ha inoltre sottolineato di non volere "come associazione entrare nel merito scientifico delle scelte fin qui assunte perché non abbiamo alcun titolo per farlo, ma questo non ci esime dall'esprimerle tutto il nostro timore". "L'appello che Assoenologi le rivolge - ha concluso il presidente - è di aprire una eventuale nuova riflessione così da agevolare il ritorno alla piena attività della ristorazione, seppur con tutte le dovute e necessarie misure anti-contagio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carmen, 14 anni, è scomparsa da Avellino: aiutateci a trovarla

  • Dramma in Irpinia, il comandante dei carabinieri è stato trovato senza vita

  • Coronavirus in Irpinia: 10 nuovi casi nelle ultime 72 ore, riapre la Palazzina Alpi al Moscati

  • Salgono i casi di Covid a Santa Lucia di Serino, uno anche a San Michele

  • Riapre Aloha ad Avellino, nuova sede e golose sorprese

  • È di Solofra il nuovo tentatore di Temptation Island

Torna su
AvellinoToday è in caricamento