rotate-mobile
Economia

Villa dei Pini, dipendenti e sindacati contro la proprietà

48 posti letto potrebbero saltare così come 22 dipendenti perderebbero il lavoro

Villa dei Pini, il futuro si fa sempre più incerto. 48 posti letto potrebbero saltare così come 22 dipendenti perderebbero il lavoro. I sindacati hanno radunato i dipendenti all'uscio della Prefettura di Avellino per lanciare l'allarme.

"Sono alla Villa dei Pini da sempre. Si può dire sia cresciuta lì dentro. Quello che stanno facendo non è solo terribile per i colleghi licenziati, con famiglie alle spalle, ma anche per la cura delle malattie mentali in genere. Si è creato un rapporto umano straordinario con i pazienti: loro lo stanno distruggendo" l'accusa di una dipendente della prima ora. I sindacati per bocca di Marco D'Acunto lanciano l'accusa: ".Riteniamo ingiustificati i licenziamenti. Giovedì la vertenza si sposterà presso il settore regionale dell'Ormel". Una situazione incresciosa dovuta per sindacati e lavoratori dall'inerzia dell'azienda che gestisce la struttura: “Non si sarebbero mossi in tempo per limitare gli effetti del decreto regionale 94 che prevede la riconversione di alcune case di cura neuropsichiatriche".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa dei Pini, dipendenti e sindacati contro la proprietà

AvellinoToday è in caricamento