menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vertenza Elital, Pugliese non si presenta, Carlo Sibilia resta fuori la porta

Dall'incontro al Mise nessuna novità di rilievo per gli operai che hanno atteso nei pressi del palazzo. Massimo Pugliese, il proprietario della fabbrica non si è presentato, il deputato Carlo Sibilia, invece è stato fatto accomodare fuori

La vertenza Elital resta ferma al palo. Dall'incontro al Mise nessuna novità di rilievo per gli operai che hanno atteso nei pressi del palazzo. Massimo Pugliese, il proprietario della fabbrica non si è presentato, il deputato Carlo Sibilia, invece è stato fatto accomodare fuori.

"E’ stata una mattinata concitata. -dice il deputato - lavoratori attendevano alla prova dei fatti la proprietà, che pure stavolta ha scelto la strada più facile, l’assenza, che è anche quella della totale mancanza di responsabilità di fronte a quanti da mesi non percepiscono stipendio. I problemi che vive l’azienda El Ital sono gli stessi delle varie realtà industriali che negli anni il Gruppo Pugliese ha in qualche modo acquisito, vale a dire stipendi arretrati, TFR e ferie non pagati, fondi Cometa non versati e conseguente rischio fallimento”. 

Al tavolo del confronto c'era un delegato dell'azienda. 

“Il delegato del Gruppo pare abbia rappresentato la possibilità di formare una NewCo., affermando di avere già pronto un piano di rilancio industriale. La solita minestra che si sta tentando di riscaldare anche per lo stabilimento di Avellino, ma stavolta il Mise pare abbia capito con chi ha a che fare tant’è che ha riaggiornato il tavolo al 27 novembre per vedere le carte" 

Il segretario generale dell’Ugl Metalmeccanici, Antonio Spera, e il segretario provinciale dell’Ugl Metalmeccanici Avellino, Antonio Oliviero, al termine della riunione hanni annunciato: "Per il 27 novembre ci auguriamo si faccia chiarezza sulla strada che la società intende percorrere, ossia se vuole restare nel settore dei pannelli solari o superare la crisi, alimentata dal venir meno degli incentivi statali, attraverso una riconversione produttiva. Ci aspettiamo inoltre – proseguono - di avere occasione di confrontarci con l’ad di El.Ital, Massimo Pugliese, che oggi non si è presentato. I tempi sono strettissimi: ci sono 99 famiglie senza alcun sostegno economico da mesi, in un territorio, quello irpino, già duramente colpito dalla crisi. Non si può perdere altro tempo prezioso.

«Intanto - aggiungono i sindacalisti -, domani, in Regione Campania, si terrà una riunione sulla procedura di mobilità volontaria aperta dall’azienda per 45 lavoratori"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Disfunzioni idriche in Irpinia: l'avviso di Alto Calore

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, sono 90 i positivi di oggi: 12 ad Avellino

  • Sport

    Avellino implacabile, soffre ma vince anche a Catanzaro: 0-1

  • Incidenti stradali

    Grave incidente stradale a Pratola Serra, ferite due persone

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento