rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Economia

Scongiurato lo sciopero nazionale, ma 70mila tir pronti alla protesta

Ieri sera blocchi in autostrada da Caianello fino a Nola

Scongiurato lo sciopero nazionale dei tir ma non le singole proteste: così è iniziata a macchia di leopardo la protesta degli autotrasportatori contro il caro carburanti. Nella serata di domenica 13 marzo decine di autotrasportatori hanno deciso di manifestare la loro rabbia per la crisi che li sta travolgendo occupando direttamente in autostrada. Da Caianello fino a Nola, passando dall’A1 all’A30, decine di camion hanno rallentato il traffico in autostrada, scortati dalla polizia stradale.

Le stime della protesta 

Potrebbero essere ben 70mila i mezzi pesanti (bilici ed autotreni) che oggi resteranno fermi nei rispettivi parcheggi, bloccando le consegne in tutta la Campania ed anche in altre regioni. E’ una stima che arriva alla luce delle assemblee svolte ieri mattina in varie città, tra cui anche a San Marco Evangelista, dove il gruppo di Trasportounito ha confermato la decisione di non lavorare fino a martedì quanto è in programma una riunione al Ministero a Roma.

Lo sciopero dei tir annullato 

Se lo sciopero nazionale non ci sarà tuttavia oggi non accenderanno il motore circa 70.000 conducenti di mezzi pesanti (fra bilici e autotreni) aderenti a Trasportounito. Solo grazie all'intervento in extremis di molte società della committenza, che hanno riconosciuto all'autotrasporto una parte degli extra costi in tariffa, il numero dei mezzi che non partiranno, non sarà di quattro volte maggiore. La stima dello stesso sindacato. "Ciò accade indipendentemente da qualsiasi sostegno e coordinamento - ha affermato Maurizio Longo, segretario generale di Trasportounito, in una nota - fornito dalla nostra Associazione a livello nazionale". "Trasportounito, quindi, per evitare ulteriori contenziosi con la Commissione scioperi, nel ribadire che non è mai stato proclamato un 'fermo nazionale', non può far altro oggi che confermare come ciascuna impresa sia libera di decidere se continuare o meno a sottostare ad obblighi contrattuali gravosi ovvero a subire ricatti operativi e finanziari".

Leggi la notizia su Today 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scongiurato lo sciopero nazionale, ma 70mila tir pronti alla protesta

AvellinoToday è in caricamento