Reddito di cittadinanza, da oggi occhio all'avviso dell'Inps (con sms ed email)

Nel primo mese il reddito di cittadinanza arriverà solo a un terzo della platea: sono infatti 487.667 le richieste accolte

Sono oltre 806mila le richieste per nucleo familiare arrivate all'Inps attraverso i modelli presentati alle Poste, ai Caf e online entro il 31 marzo, per accedere al Reddito di cittadinanza. L'Inps, informa una nota, ha inviato a Poste Italiane 33 flussi informatici per le prime 487.667 istanze accolte, a fronte di 680.965 istanze già lavorate (72%). Sono state invece respinte 177.422 istanze (26%); 15.876 istanze (2%) saranno in evidenza presso le sedi perché è necessaria un'ulteriore attività istruttoria.

La prima "finestra" di marzo per le domande d'accesso al reddito e alla pensione di cittadinanza si è chiusa dunque con 487.667 richieste accolte. Siamo ben lontani, insomma, dagli 1,3 milioni di beneficiari stimati dal governo.

Reddito di cittadinanza, in arrivo sms o email dall'Inps 

Cosa succede ora? L'Inps inizierà ad inviare da subito - da oggi, martedì 16 aprile 2019 - un sms o un messaggio di posta elettronica agli utenti la cui istanza è stata accolta. Questi ultimi dovranno recarsi alle Poste per ricevere una Card, che sarà successivamente caricata dell'importo riconosciuto. L'Istituto di previdenza stima che sarà accolto il 75% delle domande.

Le ultime notizie sul reddito di cittadinanza

Delle domande residue, circa 45mila saranno definite entro questa settimana. Le ulteriori 80mila sono domande presentate insieme al modello Rdc/Com per comunicare la variazione di redditi da attività lavorativa rispetto all'Isee, che saranno lavorate entro la fine del mese di aprile. I tempi si allungano, invece, sul versante delle politiche attive del lavoro: Anpal servizi, infatti, deve ancora pubblicare il bando per selezionare i tremila navigator, e per farlo attende il via libera all'intesa in Conferenza Stato-Regioni (previsto per mercoledì 17 aprile). E così i percettori del reddito di cittadinanza che a fine maggio si recheranno nei centri per l'impiego per stipulare il cosiddetto "Patto per il lavoro" si troveranno di fronte solo gli attuali ottomila operatori, con un organico limitato e non formati per i nuovi adempimenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Leggi la notizia su Today 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali: i voti di tutti i candidati irpini

  • Coronavirus, chiude il bar Nolurè: titolare positivo in ospedale

  • Elezioni regionali 2020: i risultati in Irpinia

  • Elezioni regionali, chi sono i quattro eletti in Irpinia

  • Coronavirus, in Campania è allarme arancione

  • Claudio Rosa, Capo Ufficio Comando Del Provinciale dei Carabinieri di Avellino, promosso Tenente Colonnello

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AvellinoToday è in caricamento