menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Reddito di cittadinanza fino a 780 euro: "Ecco chi ne avrà diritto"

Anche in Irpinia, neanche a dirlo, è sempre più ricorrente il discorso relativo al "Reddito" di cittadinanza o "assegno" di cittadinanza

Anche in Irpinia, neanche a dirlo, è sempre più ricorrente il discorso relativo al "Reddito" di cittadinanza o "assegno" di cittadinanza che dir si voglia. Gli avellinesi prestano orecchio con attenzione a quello che, a tutti gli effetti, è il principale punto di forza del Movimento 5 Stelle.  

 Ma di che cosa si tratta nello specifico? Chi ne ha diritto? A quanto ammonta esattamente? Avellino Today vi spiegherà meglio di cosa stiamo parlando: 

Il M5s si rifà a un modello noto in ambito internazionale come Gmi (guaranteed minimum income). C'è una bella differenza. Infatti il reddito di cittadinanza viene assegnato a tutti i cittadini indipendentemente dal reddito e dalla condizione sociale. Il progetto presente nel programma dei Cinque stelle prevederebbe, invece, l’erogazione di un sussidio fino a 780 euro, con l’obiettivo di far raggiungere questo livello di reddito a chi si trova al di sotto oppure a zero. 

Per ottenere il sussidio tuttavia bisogna essere disposti ad accettare un’eventuale offerta di lavoro congrua alle competenze e non troppo distante geograficamente (50 chilometri) dalla propria residenza. Si possono rifiutare massimo tre offerte. 

 Esempi reddito di cittadinanza 

Il reddito di cittadinanza può essere richiesto da coloro che hanno i seguenti requisiti, secondo il programma del M5s: maggiore età, essere disoccupato o inoccupato, avere reddito o pensione inferiore alla soglia di povertà Qualche esempio. Una famiglia di tre persone, con genitori disoccupati a reddito zero e figlio maggiorenne a carico: il reddito di cittadinanza per la famiglia sarà pari a 1560 euro al mese. Una coppia di pensionati con pensioni minime da 400 euro ciascuno: il reddito di cittadinanza sarà pari ad altri 370 euro per la coppia, come integrazione al reddito. Anche chi ha un lavoro a tempo pieno o part time, ma sottopagato, avrà diritto all’integrazione del reddito.  

  

"Se potrai percepire il reddito - si legge nel programma -, per conservarlo ti verrà richiesto di adempiere ad alcune regole": 

• Iscriverti presso i centri per l’impiego e renderti subito disponibile a lavorare 

• Iniziare un percorso per essere accompagnato nella ricerca del lavoro dimostrando la reale volontà di trovare un impiego 

• Offrire la propria disponibilità per progetti comunali utili alla collettività (8 ore settimanali) 

• Frequentare percorsi per la qualifica o la riqualificazione professionale 

• Effettuare ricerca attiva del lavoro per almeno 2 ore al giorno 

• Comunicare tempestivamente qualsiasi variazione del reddito 

• Accettare uno dei primi tre lavori che ti verranno offerti 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, si aprono le prenotazioni per gli over 60

Attualità

Psicosi Astrazeneca, in Campania uno su tre rinuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento