menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapporto Obi, per l'Irpinia un futuro in crescita

Le stime dell’Osservatorio Banche e Imprese di Economia e Finanza

Le stime del rapporto dell’Osservatorio Banche e Imprese di Economia e Finanza è stato presentato in Senato. La crescita media del valore aggiunto ad Avellino crescerà dello 0,7%. La crescita maggiore dell’occupazione si prevede nel territorio di Napoli (+0,8%), seguita da Caserta (+0,6%), Avellino e Benevento (+0,4%) e Salerno (+0,3%).

“Il divario tra l’economia del Nord e quella del Sud che emerge dal rapporto – dichiara Salvatore Matarrese presidente dell’OBI – è destinato a crescere poiché, da sempre, le crisi impattano maggiormente sull’economia più debole del Paese, il Mezzogiorno, mentre le fasi di crescita premiano di più il Centro-Nord Italia. In un contesto economico così sperequato, la realizzazione delle autonomie regionali rafforzate avrebbe un impatto devastante, disgregando il Paese e lasciando la parte più debole senza futuro. Piuttosto, visto che tutte le politiche adottate finora per ridurre il gap sono risultate inefficaci, si cambi logica e passo: il Sud va posto al centro degli obiettivi economici dell’Italia, attuando un programma coordinato ed integrato di investimenti con un’unica cabina di regia, che potrebbe essere l’Agenzia di Coesione. Alla luce degli ultimi pessimi dati sulla spesa delle risorse del Fondo Sviluppo e Coesione, meno del 5% a due anni dalla scadenza del programma, si conduca una ricognizione su tutti i finanziamenti stanziati e disponibili per le infrastrutture nel Mezzogiorno per sbloccarli e attuarli con leggi speciali, come già fatto al Nord per altre opere”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento