rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Economia

Una casa in Irpinia? Conviene a chi acquista, meno a chi vende

Nel Capoluogo (1.386 euro/m2), una maggiore diminuzione (729 euro/m2) si registra in provincia. L'edilizia è ferma, gli imprenditori attendono misure idonee per far ripartire l'economia

Nel 2014 le quotazioni delle case nel comune di Avellino sono diminuite del 0,3% (1.386 euro/m2) e gli imprenditori edili continuano a lottare sperando in una boccata di ossigeno.

 Per rendersi conto dell'entità della contrazione basta fare riferimento alla media Campania che nel periodo 2013/2014, sempre nel perimetro dei comuni capoluogo, si è attestata al -0,2%. Trend negativo anche per Caserta (-3,4%); Benevento (-2,3%). Ma non per Napoli, che con un +0,8% contiene la dinamica con il segno meno inerente i capoluoghi.

Dinamica in discesa (nel 2014) per le quotazioni medie degli appartamenti anche nelle aree provinciali. Ma in questo caso il picco negativo più alto si è verificato nella provincia di Caserta (-5,7%). A seguire: Avellino (-3,1% - 729 euro/m2).; Napoli (-2,5%); Benevento (-2,3%) e Salerno (-1,8%). In questo caso la media-Campania ha evidenziato un -2,8%.

I dati sono stati estrapolati dal Centro Studi Ance Salerno in base alle elaborazioni contenute nel "Rapporto Immobiliare 2015 - Il Settore Residenziale, dati regionali" dell'Osservatorio del Mercato Immobiliare dell'Agenzia delle Entrate pubblicato il 2 luglio scorso . 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una casa in Irpinia? Conviene a chi acquista, meno a chi vende

AvellinoToday è in caricamento