Giovedì, 28 Ottobre 2021
Economia

Ape sociale: la pensione anticipata per chi ha avuto il Covid

Il presidente dell'Inps Pasquale Tridico si è detto favorevole a estendere l'Ape sociale ai lavoratori fragili che si sono ammalati di Covid-19

Sarà consentito andare in pensione in anticipo ad alcune categorie di lavoratori: è il presidente dell'Inps, Pasquale Tridico, a spiegare la conclusioni dell'operazione portata avanti dalla commissione Damiano sui lavori gravosi. Audito dai parlamentari in commissione Lavoro della Camera Tridico ha spiegato come ai lavoratori più fragili e vulnerabili sarà garantita una maggiore flessibilità. 

In pensione con l'Ape Covid

Tridico ha spiegato che sarà possibile estendere l'anticipo pensionistico denominato "Ape sociale" anche ai lavoratori fragili colpiti da Covid, quindi immunodepressi e oncologici. "La commissione Damiano non ha preso in considerazione questi lavoratori e potrebbe essere giusto inserire queste categorie" ha spiegato. 

Per favorire la semplificazione Tridico ha inoltre suggerito di inserire nella norma sull'Ape sociale la necessità di avere nei flussi Uniemens anche il codice professionale dell'assicurato. Questo, ha spiegato il presidente dell'Inps, al fine di premettere di identificare automaticamente il criterio di riconoscimento della mansione gravosa rispetto a certi anni di contribuzione e, quindi, il rilascio della domanda di pensionamento anticipato.

Leggi l'articolo su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ape sociale: la pensione anticipata per chi ha avuto il Covid

AvellinoToday è in caricamento